Tempo di Libri

David Grossman, “L’indifferenza è il male della società di oggi”

Il celebre scrittore e saggista israeliano protagonista a Tempo di Libri di un incontro durante il quale ha affrontato diversi temi di attualità e di scrittura con Wlodek Goldkorn e Caterina Bonvicini
"Uomini in guerra", lo scrittore David Grossman ospite al teatro Politeama Pratese

MILANO -“Voltare le spalle nei confronti del prossimo è il vero problema della società di oggi. non possiamo essere indifferenti di fronte a tragedie come quella in Siria. Parla così David Grossman, celebre scrittore e saggista israeliano, protagonista a Tempo di Libri di un incontro che ha avuto un gran seguito di pubblico, durante il quale ha affrontato diversi temi di attualità e di scrittura con Wlodek Goldkorn e Caterina Bonvicini.

NON CREDENTE – L’autore del libro “Applausi a scena vuota” esordisce precisando la sua “non fede”, senza rinnegare per questo le proprie origini. “non mi considero religioso, sono un non credente. ho comunque delle radici ebraiche, ed è importante affermarlo: ciò permette di assumersi la responsabilità del modo in cui viviamo”. Secondo Grossman Dio è un’entità “non politicamente corretta”, che si trova di fronte a contraddizioni. “Dio ha voluto il diluvio universale, punendo tutti a causa di un pugno di peccatori. L’origine dell’umanità è cattiva: il cuore umano può diventare buono se si nutre nella maniera corretta, se il bene prevale sul male”.

L’INDIFFERENZA – Il focus dell’intervento di Grossman, profondo conoscitore dell’animo umano ben analizzato nei suoi libri, riguarda l’indifferenza che c’è tra gli uomini oggi. “La realtà è troppo carica di cose – afferma l’autore – Occorre fare ordine e ribellarsi, chiamando le cose con il proprio nome. Per questo uno strumento fondamentale è il linguaggio: più una lingua è ricca di vocaboli e definizioni, più la vita ne guadagna”. Nel mondo di oggi, secondo Grossman, sono pochi coloro che vivono all’insegna del bene, decidendo di condividere i sentimenti e gli stati d’animo degli altri, mentre molti trovano paicere nel male. “Il male oggi è l’indifferenza, voltare le spalle nei confronti del prossimo. non possiamo restare indifferenti di fronte alel tragedie che avvengono nel mondo, come ad esempio ciò che sta succedendo in Siria. E’ difficile scegliere di soffrire.”

VIVERE TANTE VITE – Considerato uno degli scrittori e saggisti israeliani più importanti e significativi in tutto il mondo, David Grossman ha infine parlato della scrittura come un’opportunità per la sua vita. “Scrivo sempre libri corposi. Per me scrivere è un privilegio: grazie ai personaggi che creo per i miei libri ho la possibilità di esplorare la vita degli altri esseri umani.”

 

© Riproduzione Riservata
Commenti