Sei qui: Home » Frasi » Daniel Defoe, le frasi e gli aforismi celebri
Gli aforismi dello scrittore

Daniel Defoe, le frasi e gli aforismi celebri

In occasione dell'anniversario della scomparsa dello scrittore britannico Daniel Defoe, vi proponiamo le sue frasi più apprezzate

MILANO – Ricordato soprattutto per il suo capolavoro ‘Robinson Crusoe’, un’opera entrata a far parte dell’immaginario comune, Daniel Defoe viene considerato dagli studiosi della letteratura l’inventore del genere del romanzo moderno. Lo ricordiamo attraverso le sue frasi più celebri.

Clicca qui per leggere e condividere gli aforismi di Daniel Defoe !

.

‘Tutti gli uomini sono nati ribaldi, banditi, ladri ed assassini. Senza la potenza restrittiva della Provvidenza, nulla ci impedirebbe di mostrarci così come siamo, in qualsiasi occasione.’

.

‘Tutti gli uomini sarebbero dei tiranni se potessero.’

.

‘La paura del pericolo è diecimila volte più agghiacciante del pericolo stesso: il peso dell’ansia ci pare più greve del male temuto.’

.

‘Amiamo la dottrina per il prestigio del suo insegnante.’

.

‘A mio avviso tutti i nostri sconforti per le cose di cui manchiamo, scaturiscono dalla nostra ingratitudine per quelle che abbiamo.

.

I migliori non possono eludere il loro destino: i buoni muoiono presto, e i cattivi muoiono tardi.’

.

‘La carità verso i poveri è un dovere, e colui che dà ai poveri presta al Signore.’

.

‘Sono nato nell’anno 1632, nella città di York, da una buona famiglia, che però non era di qui: mio padre era uno straniero di Brema, dapprima stabilitosi a Hull, dove aveva fatto fortuna in affari: poi s’era ritirato dal commercio venendo a vivere a York, siccome aveva sposato mia madre, una Robinson, di un’ottima famiglia del luogo; così mi chiamavo Robinson Kreutzner: ma per la corruzione di parole che avviene spesso in Inghilterra ora mi chiamano, ci chiamiamo, ci firmiamo, col cognome di Crusoe: come m’hanno sempre chiamato i compagni.’

 

.

© Riproduzione Riservata