Dalle carte da gioco alla Wii, una collana di libri ricostruisce la storia della Nintendo

Un grandissimo appassionato della cultura nipponica e di Nintendo, al punto da decidere di studiare a fondo la storia dell'azienda famosa in tutto il mondo per i suoi videogames. Florent Gorges...
Dal 1889 a oggi l’azienda giapponese non ha mai smesso di deludere i suoi fan. Florent Gorges ha cercato le ragioni del suo successo in “La Storia di Nintendo”

MILANO – Un grandissimo appassionato della cultura nipponica e di Nintendo, al punto da decidere di studiare a fondo la storia dell’azienda famosa in tutto il mondo per i suoi videogames. Florent Gorges, giornalista francese nato a Digione ma a lungo residente in Giappone, è l’autore di “La Storia di Nintendo”, opera in due volumi che ricostruisce la storia della celebre azienda giapponese. Attraverso le nostre domande ci spiega l’idea del libro e le lunghe ricerche che l’hanno portato, attraverso l’aiuto del collezionista Isao Yamazaki, alla stesura della storia, velandoci qualche scoperta che non può lasciare indifferenti i fan del famoso brand videoludico.

Da dove nasce l’idea di questi volumi dedicati a Nintendo?
Sono nato nel 1979 e il mio primo soggiorno all’estero è stato in Giappone, all’età di 17 anni. A quel tempo, ero già un giocatore molto interessato all’attività giapponese di fare giochi. Pensavo di conoscere bene Nintendo perché ho giocato quasi la totalità dei loro videogiochi. Ma il nonno della famiglia giapponese presso la quale ero ospite (80 anni all’epoca), mi ha detto un giorno: "Anche io ho giocato ai giochi Nintendo quando ero giovane …", sono rimasto molto sorpreso. Mi sono detto: "Come ha fatto a giocare ai videogiochi 70 anni fa?? impossibile??!" Ma lui mi ha rivelato che Nintendo esiste da più di un secolo, facendo tradizionali carte giapponesi da gioco e giocattoli di plastica! Da quel momento e perché, nei paesi occidentali, si conosce Nintendo solo come una compagnia di hi-tech, ho cominciato a fare delle ricerche sulla loro vera storia, dalla loro fondazione nel 1889 ad oggi …

Cosa rappresenta la Nintendo per la storia del mercato dei videogiochi?

Nintendo è per l’industria dei videogiochi ciò che Disney è per il industrie intrattenimento. Un vero valore, amato da molte generazioni con la garanzia di divertirsi con una qualità di vero e proprio brand.
 
Come si è strutturato il lavoro di ricerca per le realizzazione di questi volumi?
Ho trascorso quasi sei anni del mio tempo libero facendo ricerche in biblioteche giapponesi, alla ricerca di articoli di giornale molto vecchi, di riviste specializzate nel settore giocattoli e intervistando e incontrando alcuni vecchi dipendenti Nintendo. Con un collezionista di giocattoli, Isao Yamazaki, abbiamo condiviso tutte le nuove informazioni che abbiamo trovato durante quelle ricerche. E abbiamo davvero trovato alcuni fatti poco conosciuti o documenti rari.

Qual è, secondo lei, la notizia contenuta nel libro che gli stessi fan della Nintendo non conoscevano prima di leggerlo?
Io stesso sono stato anche giocatore di un gioco di Nintendo prima di andare in Giappone per la prima volta nel 1997 (ho giocato con Game & Watch, NES, Game Boy, Super Nintendo …). Ma ho subito scoperto che in Europa e negli Stati Uniti, in realtà non si sa molto su questa società. Voglio dire, quando si parla con la gente qui, in Francia o in Italia, tutti ti dicono: "Oh, l’azienda di Mario? Quelli della Wii e del Game Boy!". Ma, in Giappone, quando si parla con persone anziane, ti dicono: "Oh, l’azienda delle famose carte da gioco e dei giocattoli di plastica?". In Giappone, Nintendo ha una lunga storia di successo e d’amore con i giapponesi per 3 o 4 generazioni. Nei paesi occidentali, quando i media parlano della storia di Nintendo, di solito si parla solo di videogiochi. Quindi, se un giocatore non fa ricerche principali in Giappone, si pensa che questa sia la vera storia di Nintendo. Infatti, tutte le informazioni (prima del 80 ‘) che abbiamo trovato in Giappone antecedenti agli anni ‘80, erano tutti "fatti nuovi e sconosciuto" per i fan Nintendo occidentali

Qual è stato, secondo lei, il segreto del successo di questo storico marchio?
Il dna di Nintendo è stato la stesso per quasi 123 anni. Dal 1889 e nel corso di un secolo, hanno creato centinaia di modelli di schede di gioco e giocattoli. C’è qualcosa di più casual e di più adatto a tutte le età "dai 7 ai 77" di un set di carte da gioco? No … Come si può vedere, Nintendo ancora continua a fare videogiochi per tutta la famiglia. Essi non hanno cambiato la politica fin dalla loro fondazione. Questo è uno dei loro segreti.

22 febbraio 2013

© Riproduzione Riservata
Commenti