Bookcity Milano 2016

Da Sepùlveda a Baricco, gli incontri imperdibili del sabato di Bookcity

Bookcity coinvolge editori grandi e piccoli, librai, bibliotecari, autori, agenti letterari, traduttori, grafici, illustratori, blogger, lettori, scuole e università
Da Sepùlveda a Baricco, gli incontri imperdibili del sabato di Bookcity

MILANO – Bookcity coinvolge editori grandi e piccoli, librai, bibliotecari, autori, agenti letterari, traduttori, grafici, illustratori, blogger, lettori, scuole di scrittura, associazioni e gruppi di lettura, il mondo delle scuole e delle università. Si svolge in più giorni e prevede più di 1.000 eventi, incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli, seminari sulle nuove pratiche di lettura. Una promozione capillare della lettura e della scrittura attraverso diverse e originali modalità di avvicinamento e coinvolgimento di lettori di ogni età.

A MILANO L’AUTORE DE “LA GABBIANELLA E IL GATTO” – Doppio appuntamento sabato 19 novembre con Luis Sepúlveda: al mattino alle ore 11,30 al Piccolo Teatro Grassi, dialogherà con Pino Cacucci, e alle ore 15, grazie a Intesa Sanpaolo, alle Gallerie d’Italia di Piazza Scala, affronterà il tema della condivisione nell’incontro dal titolo “Lo stupore del racconto”, intervistato da Ranieri Polese.

DA BARICCO A GLENN COOPER – Al Teatro Litta, Alessandro Baricco affiancherà gli studenti del laboratorio teatrale del Liceo Ginnasio Giovanni XXIII di Bergamo, che hanno partecipato al progetto LAIV della Fondazione Cariplo, in un reading dal titolo “Ulisse e Polifemo”, leggendo alcuni passi tratti dal IX libro dell’Odissea in una performance di lettura espressiva realizzata insieme a Pandemonium Teatro. Tra i tanti appuntamenti di BOOKCITY MILANO: al Castello Sforzesco (Le parole che escono dal cuore giungono al cuore) Emilio Casalini e Geppi Cucciari parleranno di “Un destino di identità e bellezza”, Oliviero Toscani di “Essere creativi oggi. La grande illusione di massa”, Philippe Daverio e Roberta Scorranese di “Sono controcorrente, amo l’Europa. La cultura europea attraverso i suoi grandi musei”. Alla Triennale di Milano (Le mille e una storia) Paolo Ruffini interverrà su “La favolosa vita di noi ragazzi degli anni ’90 ”, Glenn Cooper e Gianluigi Nuzzi parleranno di “In buona fede. La Chiesa e i suoi misteri  tra realtà e fiction”, mentre  Vittorino Andreoli e Carlo Musso dialogheranno su “Il Gesù di oggi. Un ritratto  per credenti e non credenti”; e ancora, un dialogo tra coppie – Cinzia Sasso e Giuliano Pisapia,  Paula de la Fuente e Xavier Zanetti,  Giovanna Zucconi e Michele Serra – su “Quando fare la moglie vuol dire sentirsi libera”.

GLI EVENTI AL MUSEO DELLA SCIENZA E DELLA TECNOLOGIA – Al Museo Nazionale della  Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci (Futuri possibili) , Roberto Burioni parlerà di “Vaccini: facciamo chiarezza”, mentre Michele Ainis e Vittorio Sgarbi, moderati Pierluigi Panza, dialogheranno su “L’Italia è una repubblica fondata sulla bellezza” e Giacomo Rizzolatti e Antonio Gnoli su “Sei tu il mio io”. Sempre al Museo Nazionale si terrà l’inaugurazione de “La città è un libro aperto”, installazione in forma di città, scritta, disegnata  e costruita da 1000 bambini. Una delegazione  di piccoli architetti, poeti, pittori ci guiderà  tra le vie della città di carta a cura di DOdA design.

DAL MUDEC AL FRANCO PARENTI – Al MUDEC Donatella Ferrario e Fabrizio Pesoli parleranno di “Storia e storie di Milano, città multietnica”, Erri De Luca di “Scolpire con le parole”, Piano C, Matteo B. Bianchi, Agnese Radaelli, moderati da  Federico Taddia, di “Insegnare le passioni: donne, lavoro e innovazione”. Al Teatro Franco Parenti (La fabbrica dei valori) Corrado Augias racconterà “I segreti di Istanbul”,  lldefonso Falcones e Bruno Arpaia parleranno di  “Gli eredi della cattedrale del mare. Un grande  ritorno”, letture di Luca Micheletti; Nicolai Lilin e Moni Ovadia su “Russofobia”. Al Teatro Carcano si terrà un incontro con Aldo Giovanni e Giacomo (ingresso con prenotazione).

 

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti