Top Ten libri d'amore

Da ”Romeo e Giulietta” a ”Via col vento”, la top ten dei libri d’amore più belli di sempre

Da un monitoraggio di siti e testate internazionali che si occupano di lettura, abbiamo selezionato la top ten dei libri d'amore più belli di sempre
Da ''Romeo e Giulietta'' a ''Via col vento'', la top ten dei libri d'amore più belli di sempre
MILANO – Hanno mostrato al mondo il volto della passione più pura, assoluta e bruciante, distillando l’essenza del sentimento. Sono le grandi e intramontabili storie d’amore raccontate dai libri, che hanno commosso generazioni di lettori. Da un monitoraggio di siti e testate internazionali che si occupano di lettura, abbiamo selezionato la top ten dei libri d’amore più belli di sempre.

IL PODIO – Vincitore indiscusso, il più citato ai vertici delle classifiche, è “Romeo e Giulietta” di William Shakespeare – e non è del resto una sorpresa, visto che si tratta di una delle storie d’amore più popolari di ogni tempo e luogo, letta e rappresentata prima a teatro poi al cinema per secoli. Al secondo posto “Orgoglio e pregiudizio” di Jane Austen, mentre sul terzo gradino del podio mettiamo “Anna Karenina” di Lev Tolstoj.

L’AMORE TRAGICO DI “ROMEO E GIULIETTA” – Con “Romeo e Giulietta” – che da un sondaggio lanciato da Libreriamo a San Valentino erano risultati la terza coppia preferita dai nostri booklovers – il maestro del teatro inglese elisabettiano William Shakespeare firma forse la sua opera più conosciuta. Sullo sfondo di una Verona trasfigurata dall’immaginazione del poeta, Shakespeare racconta l’amore contrastato, caparbio e tragico di due giovani che appartengono a famiglie rivali, i Capuleti ed i Montecchi. Un amore per il quale i due protagonisti sono pronti a tutto, fino a rinunciare alla vita.

L’AMORE CHE VINCE SU “ORGOGLIO E PREGIUDIZIO”
– Al secondo posto, la storia della coppia che era risultata la più amata dai nostri lettori, Elizabeth Bennet e Fitzwilliam Darcy. I protagonisti del romanzo della scrittrice inglese Jane Austen appartengono a due mondi diversi: di elevata classe sociale, altezzoso e orgoglioso, il signor Darcy suscita l’iniziale antipatia della giovane Elizabeth, appartenente a una numerosa e imbarazzante famiglia di più modeste condizioni. Questa distanza iniziale tra i due pian piano si assottiglia, tanto da portare Darcy a innamorarsi di Elizabeth nonostante la bassa classe sociale di lei, perché è l’unica che lo tratta senza favoritismi. Da parte sua, la giovane imparerà a conoscere Darcy e comprenderà di essersi sbagliata sul suo conto. Nonostante le difficoltà, l’amore alla fine trionfa su tutti gli ostacoli, abbattendo “Orgoglio e pregiudizio”.

“ANNA KARENINA”, LA SFORTUNATA EROINA DI TOLSTOJ
– Anna Karenina e il conte Vronskij sono i protagonisti del celebre romanzo di Lev Tolstoj, “Anna Karenina”. Lui si innamora della donna dal loro primo incontro a Mosca, ma lei, sposata e con un figlio, torna dal marito Karenin a San Pietroburgo. Neppure Anna tuttavia è indifferente a Vronskij e cede infine alle insistenze di lui, rimanendo incinta. Il marito scopre la loro relazione, ma ostacola la loro unione non concedendo alla moglie il divorzio. L’amore tra Anna e Vronskij deve affrontare una serie di difficili prove, e inizia a logorarsi infine a causa dell’ingiustificata gelosia di lei, fino al tragico epilogo finale.

GLI INDIMENTICABILI ROSSELLA O’HARA E RHETT BUTLER
– Subito dietro al podio, mettiamo al quarto posto l’amore tormentato tra Rossella O’Hara e Rhett Butler , protagonisti del romanzo “Via col vento” di Margaret Mitchell, consacrato anche dall’indimenticabile film di Victor Fleming con Vivien Leigh e Clark Gable. Rossella, figlia di un ricco proprietario terriero di Tara, nello stato della Georgia, è segretamente innamorata di Ashley Wilkes, che però è sposato con Melania. C’è tuttavia un altro uomo che torna costantemente a incrociare la sua strada con quella di lei, Rhett Butler, avventuriero spregiudicato conosciuto a un ricevimento. Quando scoppia la Guerra di Secessione, Rossella va a vivere ad Atlanta insieme a Melania, e da quel momento deve affrontare tutte le difficoltà legate a un conflitto che vede gli stati nordisti prevalere su quelli del Sud, di cui la Georgia fa parte. I nordisti invadono la città, ma Rhett salva le due donne  e il figlio di Melania e Ashley, riportandoli a Tara. Alla fine della guerra, dopo varie vicende Rossella si avvicina sempre più a Rhett, l’unico che la comprende veramente, e decide di sposarlo, ma si ostina a coltivare il suo impossibile amore per Ashley. Solo quando Melania muore e potrebbe finalmente stare con lui, Rossella si rende conto che in realtà il suo era solo un capriccio: è Rhett che vuole veramente. Il marito però, a quel punto, la vuole abbandonare. Lei lo prega di non andarsene ma è troppo tardi. Rhett la lascia. Rossella però è convinta che “domani” riuscirà a riconquistarlo, perché, si dice, “dopotutto domani è un altro giorno”.

GLI ALTRI TITOLI – Al quinto posto “Cime tempestose” di Emily Brontë, che racconta la passione distruttiva di Heathcliff per Catherine, che porterà alla rovina entrambi e due intere famiglie, gli Earnshaw e i Linton. Seguono l’amore struggente di Florentino Ariza per Fermina Daza raccontato dal premio Nobel Gabriel Garcia Marquez in “L’amore ai tempi del colera” – che trova coronamento solo dopo “cinquantatré anni, sette mesi e undici giorni, notti comprese” – e quello tra Jane Eyre, eroina dell’omonimo romanzo di Charlotte Brontë, e Mr Rochester. Come dimenticare poi il “Dottor Živago”, che valse a Boris Pasternak il premio Nobel per la letteratura e racconta, sullo sfondo della Prima guerra mondiale, dell’amore tra il medico protagonista del libro e Lara, crocerossina che lavora nel suo stesso ospedale in un paesino sperduto sui Monti Urali, in cui il dottore si è rifugiato con la sua famiglia. In nona posizione troviamo “Notre dame de Paris” di Victor Hugo e l’amore infelice di Quasimodo, il campanaro della cattedrale, sordo e deforme ma dall’animo buono, per la bella Zingara Esmeralda. Infine, al decimo posto,  mettiamo il romanzo-scandalo “Lolita”, ormai entrato tra i capolavori della letteratura mondiale, in cui Nabokov racconta del folle amore del professore Humbert Humbert, protagonista e voce narrante, per la dodicenne Dolores Haze.

1.    William Shakespeare – Romeo e Giulietta
2.    Jane Austen – Orgoglio e pregiudizio
3.    Lev Tolstoj – Anna Karenina
4.    Margaret Mitchell – Via col vento
5.    Emily Brontë – Cime tempestose
6.    Gabriel Garcia Marquez – L’amore ai tempi del colera
7.    Charlotte Brontë – Jane Eyre
8.    Boris Pasternack – Dottor Živago
9.    Victor Hugo, Notre Dame de Paris
10.    Vladimir Nabokov, Lolita

 

© Riproduzione Riservata
Commenti