Crollo del controsoffitto, la Libreria Gremese di Roma costretta a chiudere

L’acqua piovana, accumulatasi nel corso dei mesi ha portato a questo disastro annunciato. L'appello e la petizione per sostenere la libreria
Crollo del controsoffitto, la Libreria Gremese di Roma costretta a chiudere

MILANO – Nel pomeriggio di domenica 7 ottobre è crollato il controsoffitto della libreria Gremese di Roma, l’ultima del Tridente nel centro storico della capitale, costringendola a chiudere. L’acqua piovana, accumulatasi nel corso dei mesi, e il mancato intervento delle istituzioni, hanno portato a questo disastro annunciato, che avrebbe potuto essere ancor più tragico se fosse avvenuto in un normale giorno di apertura, invece che di domenica.

L’appello

Abbiamo raccolto la denuncia da parte di Gianni Gremese, fondatore dell’omonima casa editrice. “Nonostante il Comune di Roma, proprietario delle mura, già nel 2017 sia stato condannato ai lavori di copertura del terrazzo sovrastante, nulla è stato ricostruito e nessuna manutenzione è stata fatta. La libreria è ora in ginocchio, con i suoi libri a terra, bagnati e sporchi, con il locale pericolante e inagibile, chiuso fino a nuovo ordine dai Vigili del Fuoco. Tremiamo ora all’idea di quanto ci vorrà perché il Comune, quello stesso Comune al quale in una città normale dovrebbe essere invece demandata la tutela della Cultura, si adoperi per il ripristino e la sicurezza dei locali.”

La petizione

A 19 giorni dal crollo del controsoffitto, il Comune di Roma non ha ancora contattato i librai, lanciando alcun segnale di solidarietà o responsabilità per i danni causati. Al contrario, dalla libreria fanno sapere di aver già ricevuto numerose dimostrazioni di interesse e di solidarietà da parte dei rispettiviclienti, conoscenti e concittadini sia sulla pagina Facebook Gremese Libreria sia in risposta alla petizione, raggiungibile a questo link, che conta già 18.000 firme.

© Riproduzione Riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here