Chiude la libreria indipendente “Mastro Libraio” di Genova

La prima libreria di Genova ad aprire in un mercato chiude i battenti. Il quartiere di Certosa resta senza librerie. L'annuncio della titolare Daniela Bordanzi
Chiude la libreria indipendente

MILANO – Quando una libreria chiude, è sempre una triste notizia. Lo è ancor di più quando ad abbassare le saracinesche è una libreria indipendente unico punto di riferimento del quartiere. Chiude i battenti la libreria Mastro Libraio, la prima libreria indipendente di Genova ad aprire in un mercato, quello di Certosa.

IL TRISTE ANNUNCIO – Ad annunciarlo la titolare Daniela Bordanzi in un post sulla pagina Facebook della libreria. “Ci abbiamo provato ma questa città evidentemente non è pronta per certe cose e questo quartiere non ha bisogno di una libreria. Per questo la storia della libreria Mastro Libraio dopo 21 anni si conclude. Ringraziamo quelli che ci hanno sempre sostenuto. Cercheremo in qualche modo di continuare a collaborare e sostenere le librerie indipendenti (finché qualcuna ci sarà ancora).”

LE DIFFICOLTA’ – Su un articolo di Repubblica, Daniela Bordanzi confessa tutta la sua delusione per le difficoltà che le librerie indipendenti in Italia incontrano nel tentativo di portare avanti il loro lavoro. Ecco come commenta il suo tentativo di rilevare un banco nel mercato comunale del quartiere di Certosa e vendere libri accanto ai commercianti di frutta e verdura. “Un’idea che in Italia è ancora vista come innovativa, ma che nella città all’estero è normale, A causa di un’infiltrazione nel soffitto del mercato l’acqua ha cominciato a gocciolare nel mio banco. Ho più volte segnalato il problema al Comune, spiegando che succedeva ogni volta che la grondaia sul tetto si intasava. Ma il problema non è mai stato risolto e non ho più potuto usare un terzo dei miei undici metri quadri per esporre i libri.”

© Riproduzione Riservata