Charlotte Brontë, le frasi e gli aforismi celebri

Charlotte Brontë è l'importantissima autrice ottocentesca ricordata soprattutto per il suo capolavoro 'Jane Eyre', un'opera di analisi psicologica
Charlotte Brontë, le frasi e gli aforismi celebri

MILANO –  Charlotte Brontë, la maggiore delle sorelle Brontë, è l’amatissima scrittrice del romanzo ‘Jane Eyre’, libro che ha conquistato le lettrici di tutto il mondo. Jane Eyre è un romanzo scritto in forma autobiografica, in cui la protagonista Jane si rivolge in modo diretto al lettore, e in cui la componente e l’analisi psicologica spiccano per la loro finezza e profondità. Il vero elemento di punta del romanzo è però la fisionomia della protagonista, che si pone in contrasto con gli stereotipi di donna del tempo: infatti Jane è forte, indipendente, integra, passionale.
Ecco di seguito le frasi più belle della scrittrice.

Clicca qui per leggere e condividere gli aforismi della scrittrice !

.

  • ‘Se dovessimo costruire l’amicizia su solide fondamenta, dovremmo voler bene agli amici per amor loro e non per amor nostro.’

.

  • ‘Amo questo tempo. Amo questo cielo d’acciaio. Amo la tranquillità della terra indurita dal gelo.’

.

  • ‘Chi possiede il dono della creatività, possiede qualcosa di cui non sempre è padrone, qualcosa che qualche volta, stranamente, decide e lavora per se stesso.’

.

  • ‘Con amici simili chi ha bisogno di nemici?’

.

  • ‘La vita mi sembra troppo breve per spenderla ad odiare e a tener conto dei torti altrui.’

.

  • ‘Faccio una netta distinzione tra il peccatore e il suo peccato: posso sinceramente perdonare al primo, mentre aborro il secondo; con questa fede la vendetta non mi opprime il cuore.’

.

  • ‘Come riescono a rendere breve la strada, certe persone, mentre per altre la meta sembra irraggiungibile!’

 

  • ‘I pregiudizi, è ben noto, sono più difficili da sradicare dal cuore il cui terreno non è mai stato dissodato o fertilizzato dall’istruzione; essi crescono la, fermi come erbacce tra le rocce.’

 .

  • ‘Il pericolo, la solitudine, un futuro incerto non sono mali opprimenti finché il corpo è sano e le nostre facoltà valide; finché, specialmente, la libertà ci presta le sue ali e la speranza ci guida con la sua stella.’

.

 

© Riproduzione Riservata