Emergenza Venezia

#BooksForVenice, gli editori uniti per salvare la libreria Acqua Alta di Venezia

Gli editori si sono riuniti per sostenere la ricostruzione della Libreria Acqua Alta di Venezia. Un'iniziativa aperta a tutti i lettori, ecco come partecipare

Il 22 Novembre, in tutta Italia, gli Editori aderenti al progetto lanciato da Samuele Editore, I Quaderni del Bardo e Pietre Vive, devolveranno i proventi dell’intera giornata alla libreria Acqua Alta di Venezia. Un progetto solidale che unisce diverse realtà all’insegna dell’amore per i libri e Venezia. 

L’ondata di maltempo che sta sconvolgendo l’Italia mette a rischio non solo i suoi cittadini, ma anche il suon patrimonio storico-artistico. A pagare le conseguenze di piogge torrenziali e inondazioni sono anche i libri, che per loro natura temono in particolare l’acqua e l’umidità. Abbiamo parlato della famosa libreria di Venezia “Acqua Alta” che, nonostante sia attrezzata contro il fenomeno dell’acqua alta, non ha questa volta retto l’impatto con la forte mareggiata dei giorni scorsi, perdendo centinaia di libri. Di fronte alla devastazione della libreria, centinaia di volontari si sono mobilitati per salvare il salvabile e con loro alcuni editori hanno promosso iniziative volte a sostenere la ricostruzione della libreria.

#BooksForVenice

Alle ore 11 di sabato 16 novembre nell’ambito di BookCity Milano è stato lanciato l’hashtag #BooksForVenice, che in 24 ore ha raggiunto le 500 condivisioni. Infatti, data la drammatica situazione di queste ore, un gruppo di editori amici ha promosso una Giornata di Solidarietà per Venezia. Venerdì 22 novembre, comprando un libro dal sito degli Editori aderenti al progetto, potrai sostenere la ricostruzione di una delle più famose librerie al mondo, gravemente danneggiata dalla mareggiata dei giorni scorsi. L’intero ricavato verrà infatti devoluto alla Libreria Acqua Alta di Venezia. 

 

© Riproduzione Riservata