Sei qui: Home » Libri » Books in Town, enorme successo per l’asta benefica delle panchine ispirate ai libri
LIBRI - Le panchine ispirate ai libri vendute ad un'asta benefica

Books in Town, enorme successo per l’asta benefica delle panchine ispirate ai libri

Leggere fa bene, si sa. E dall’Inghilterra arriva un esempio concreto che sicuramente farà felici i tanti appassionati lettori. Questa estate vi abbiamo parlato (e mostrato) le splendide panchine sparse per la città di Londra ispirati ai classici della letteratura...

Sono stati raccolti oltre 300 mila euro (per la precisione 251.500 sterline) con la vendita all’asta delle panchine ispirate ai libri sparse per la capitale inglese. Il ricavato andrà a sostenere un ente benefico che si occupa di salvaguardare il livello di alfabetizzazione dei bambini svantaggiati in tutto il Regno Unito

MILANO – Leggere fa bene, si sa. E dall’Inghilterra arriva un esempio concreto che sicuramente farà felici i tanti appassionati lettori. Questa estate vi abbiamo parlato (e mostrato) le splendide panchine sparse per la città di Londra ispirati ai classici della letteratura: Jane Austen, James Bond, Alice nel Paese delle Meraviglie, Harry Potter… sono rimaste a disposizione di turisti, curiosi e passanti fino allo scorso 15 settembre. Dopo di ché è partita un’asta benefica per raccogliere fondi da destinare ad un ente che si occupa di salvaguardare il livello di alfabetizzazione dei bambini svantaggiati in tutto il Regno Unito.

LE PANCHINE PIU’ APPREZZATE – Scegliere dove sedersi, per chi ama i libri, è stata sicuramente una scelta difficile perché tutte avevano qualcosa di particolare. Dei piccoli capolavori, realizzati da diversi artisti che hanno scelto di dare visibilità ad un autore in particolare. Ma tra le tantissime panchine di Londra, due hanno avuto particolare successo all’asta benefica che si è svolta ad ottobre nella Purcell Room del Southbank Centre: la più quotata è stata “Jeeves and Wooster BookBench” venduta per 9.500 sterline e “James Bond Stories” battuta a 9.000 sterline.

IL RICAVATO – Il ricavato, con immensa soddisfazione degli organizzatori, ha raggiunto le 251.500 sterline (oltre 300 mila euro). Una cifra davvero impressionante che andrà interamente devoluta a alla National Literacy Trust, un ente benefico che si occupa di salvaguardare il livello di alfabetizzazione dei bambini svantaggiati in tutto il Regno Unito.

24 ottobre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti
Precedente

Apre oggi Lumas, la galleria d’arte delle edizioni limitate

Pablo Picasso, ecco gli aforismi del grande pittore del XX secolo

Successivo