Sei qui: Home » Libri » Biblioteche » Barcellona la Letteraria, la città delle 300 librerie
Mete letterarie

Barcellona la Letteraria, la città delle 300 librerie

Nominata Città della Letteratura dall’Unesco, Barcellona offre ai turisti amanti dei libri una vasta scelta di mete “letterarie” da non perdere, con oltre 300 librerie e più di 40 biblioteche pubbliche.

Barcellona la Letteraria, con le sue innumerevoli librerie e biblioteche. È così che può essere definita la capitale catalana, che della letteratura è stata molte volte protagonista diretta. I turisti possono sia ricalcare le orme dei personaggi che in molti romanzi si muovono per le vie della città, sia visitare i luoghi cari di scrittori e artisti, oppure dedicare una giornata a vedere le più belle librerie e biblioteche che Barcellona offre. Sono più di 300 le librerie e oltre 40 le biblioteche pubbliche, alcune delle quali con collezioni specializzate in temi specifici.

Piccole e caratteristiche, antiche e monumentali, moderne e ibride: le librerie di Barcellona rispecchiano l’anima variegata e culturalmente ricca della città. Eccone alcune che coniugano gusti diversi. 

Un caffè in libreria

Gustare un caffè e sfogliare un buon libro, esiste un’immagine più bohemien? A Barcellona sono tantissime le librerie che includono bar o ristoranti. Nel quartiere dell’Eixample si trova La Central de l’Eixample, un tempio delle scienze umane con oltre 65.000 volumi dedicati all’arte e alle discipline umanistiche. Indirizzo: Mallorca 237.

Oppure Laie Pau Claris, una delle prime librerie a unire gastronomia e letteratura, che offre l’opportunità di godersi un drink nel ristorante costruito in un vero appartamento nel quartiere Eixample di Barcellona e che ha una terrazza interna ed esterna. Indirizzo: Pau Claris 85.

Spostandosi nel quartiere Raval si può trovare La Central del Raval, ospitata nella cappella ottocentesca della Misericordia, che conserva più di 80.000 titoli. È specializzata in discipline umanistiche e c’è una caffetteria e un ristorante in giardino: un’oasi verde nel mezzo della vivace città. Indirizzo: Elisabets 6

Il Byron, nel quartiere Sant Antoni, è recente ma si è già ricavata un bello spazio come meta turistica grazie sia all’ampia selezione di libri per ragazzi sia alle scelte etiche: la sua caffetteria serve prodotti biologici con una forte attenzione all’impronta green.  Indirizzo: Casanova 32.

Le librerie storiche di Barcellona

La tradizione letteraria di Barcellona vive anche grazie ad alcune librerie centenarie che raccontano la storia della città e della letteratura e nelle quali si possono trovare veri e propri pezzi d’antiquariato, libri fuori catalogo e opere uniche e irreperibili.

La più antica è la Llibreria Quera, inaugurata nel 1916 e tutt’ora situata negli stessi locali. La quarta generazione della famiglia Quera ha mantenuto intatto lo spirito della libreria, conservando gli arredi e i decori a pavimento, aggiungendo però una piccola enoteca nel retro, l’Espai Quera. Questo piccolo emporio nel cuore della Ciutat Vella è specializzato in libri sul travelling e, nello specifico, sulla montagna. Indirizzo: Carrer Petritxol, 2.

Appena fuori La Rambla, ha compiuto 100 anni nel 2022 la Llibreria Pompeia, un minuscolo negozio dalla cui vetrina si possono ammirare scaffali di libri in legno massiccio e robuste travi sul soffitto. Un posto in cui il tempo sembra essersi fermato in una zona altamente turistica e soggetta alla modernità.  Indirizzo: Carrer Cardenal Casañas 5

Con una forte componente cultural-religiosa c’è poi il Palau de la Balmesiana, una delle librerie più iconiche di Barcellona, situata in un complesso di edifici neomedievali. Aperta nel 1920, questa libreria era originariamente specializzata in libri a tema religioso, ma negli anni ha necessariamente adattato la sua offerta per un pubblico più vasto, mantenendo comunque un rigoroso criterio nella scelta dei libri proposti.  Indirizzo: Carrer Duran i Bas, 11

Fanno parte di questa lista di librerie storiche, anche se in un modo non proprio canonico, i mercatini dell’usato. Come, per esempio, il Mercat Dominical de Sant Antoni, un mercatino che si tiene tutte le domeniche mattina a Comte d’Urgell, 1, e che è diventato un appuntamento per i collezionisti di libri, ma anche di fumetti, dischi e videogiochi che vanno a caccia di quella rarità che non si trova da nessuna parte. 

Le nuove librerie

Barcellona è storia, ma è anche innovazione. Accanto alle librerie vintage, ci sono quelle che sanno di nuovo e che accostano tranquillamente gli ebook alla carta stampata. 

Aperta nell’aprile 2021, la libreria Finestres è chiamata così perché vuole offrire più “finestre” sul mondo, grazie a un’ampia offerta di libri in lingue diverse. È stata concepito come un luogo dove fermarsi a leggere e dispone di una zona con divani e caminetto e un piccolo caffè nel cortile interno. Offre poi un ampio programma di attività e concorsi letterari e ha da poco aperto una succursale, specializzata in discipline artistiche. Indirizzo: Diputació 249.

Sorta sulle ceneri della Negra Y Criminal, la libreria Fahrenheit 451 è stata inaugurata nel 2021. È una piccola libreria, ma sempre molto affollata grazie al programma di presentazioni e attività che organizza spesso, con l’obiettivo di diffondere conoscenza cultura e di usare i libri come mezzo per una proficua interazione sociale. Indirizzo: Sal 5

Credits: Ente del Turismo della Catalogna

© Riproduzione Riservata