Contratto record

Asta da record, 65 milioni di dollari per i libri di Barack e Michelle Obama

Il Financial Times sostiene che l'editore pagherà a Barack e Michelle Obama oltre 65 milioni di dollari per i diritti globali dei due libri
Asta da record, 65 milioni di dollari per i libri di Barack e Michelle Obama

MILANO – Quando la casa editrice Penguin Random House ha annunciato che pubblicherà i primi due libri post Casa Bianca di Barack e Michelle Obama si è limitata a dare la notizia, senza specificare quanto le sia costata una simile operazione. Il Financial Times è entrato nella questione, sostenendo che l’editore pagherà ai due autori oltre 65 milioni di dollari (circa 61,5 milioni di euro) per i diritti globali dei due libri. Con questa cifra Barack e Michele cederanno i diritti per due opere distinte.

UN’ASTA DA RECORD – A una cifra del genere si è giunti alla fine di un’asta da record, organizzata da Robert Barnett, l’agente letterario di Obama. All’asta hanno partecipato, oltre alla Penguin Random House, anche HarperCollins, che fa capo alla News Corp di Rupert Murdoch, e Simon & Shuster, storico marchio ora incorporato dalla Cbs corporation. Penguin è l’editore dei tre libri già scritti dall’ex Presidente degli Stati Uniti, come “I sogni di mio padre” (1995), che ha venduto 4 milioni di copie. Ora che Obama ha lasciato la Casa Bianca con un tasso di approvazione tra i più alti di sempre (58%), le aspettative per le vendite di questo nuovo libro sono molto alte.

STAR – Nel corso degli anni Obama ha mostrato di saperci fare con le parole, come dimostrano tanti dei suoi discorsi e i riferimenti culturali presenti in tante delle sue parole. Non a caso Obama in molti Paesi è considerato una star, così come Michelle, che ha un tasso di gradimento ancora più alto di quello del marito (72%). Lei racconterà, come dicevamo, la sua esperienza personale, in un libro diverso da quello di Obama. Nessun Presidente uscente aveva mai venduto i diritti per il proprio libro a una cifra così alta: nel 2004 la Penguin Random House versò 15 milioni di dollari a Bill Clinton per il suo “My Life” e la Crown ha pagato 10 milioni di dollari a George W.Bush per “Decision Points”.

© Riproduzione Riservata
Commenti