I libri consigliati da Obama

I 10 libri da leggere per diventare leader nella vita secondo Barack Obama

Per festeggiare il compleanno di Barack Obama, ecco una lista dei libri più determinanti per la sua formazione
I libri da leggere per diventare leader nella vita secondo Barak Obama

MILANO – Per diventare il Presidente degli Stati Uniti, sembra farci capire Barak Obama, bisogna leggere tanto. Obama ha recentemente confidato a www.wired.com quali sono stati i libri più determinanti per la sua formazione. Li avete già letti?

1.L’opera omnia” di Abraham Lincoln

Abraham Lincoln è stato il 16º Presidente degli Stati Uniti d’America e il primo ad appartenere al Partito Repubblicano. È stato il presidente che pose fine alla schiavitù e strenuo difensore dell’unità federale della nazione. Obama è un grande amante dei suoi scritti, di cui ha letto i discorsi, i diari e ogni altra cosa abbia partorito la sua penna.

2. “Parting the Waters: America in the King Years 1954-63 by Taylor Branch

Con quest’opera, il Premio Pulitzer Taylor Branch ha tracciato un magistrale profilo del movimento americano per i diritti civili. Un’opera che parla dei primi anni di lotta di Martin Luther King, unanimemente riconosciuto apostolo instancabile della resistenza non violenta, eroe e paladino dei reietti e degli emarginati.

3. “The Power Broker: Robert Moses and the Fall of New York by Robert A. Caro

Questo del Premio Pulitzer Robert A. Caro è uno dei libri più acclamati del nostro tempo e racconta la storia nascosta di Robert Moses, che è stato, per quasi mezzo secolo, l’uomo più potente di New York, artefice non solo della politica della città, ma anche della sua urbanistica.

4.La prossima volta-Il fuoco” di James Baldwin

Una violenta denuncia del razzismo della società americana, carica di introspezione e ricordi autobiografici, che danno a questo saggio il tono di una cantata per il popolo nero e un valore letterario ancora intatto. Come ha scritto il critico F.W. Dupee, il punto di vista di Baldwin è quello di un uomo di coloro “altamente qualificato a parlare e a esprimersi, per di più, con eleganza di forma e in una prosa contraddistinta da chiarezza e concisione”.

5. “Andy Grove: The Life and Times of an American” di Richard S. Tedlow

Andy Grove è sopravvissuto sia ai nazisti che ai comunisti, prima di diventare un grande capitalista americano. Resta ancora oggi il modello migliore che abbiamo per fare affari. Qualsiasi breve elenco di uomini d’affari più ammirati del mondo dovrebbe includere Andy Grove, il presidente e CEO di Intel nei suoi anni di crescita esplosiva. Durante la sua carriera, Intel è diventato il modello per la Silicon Valley. Silicon Valley è diventato il modello per il mondo.

6. “Da animali a dèi: Breve storia dell’umanità” di Yuval Noah Harari

Centomila anni fa almeno sei specie di umani abitavano la Terra. Erano animali insignificanti, il cui impatto sul pianeta non era superiore a quello di gorilla, lucciole o meduse. Oggi sulla Terra c’è una sola specie di umani.
Noi. L’Homo sapiens. E siamo i signori del pianeta. Il segreto del nostro successo è l’immaginazione.

7.Pensieri lenti e veloci” di Daniel Kahneman

Siamo stati abituati a ritenere che all’uomo, in quanto essere dotato di razionalità, sia sufficiente tenere a freno l’istinto e l’emotività per essere in grado di valutare in modo obiettivo le situazioni che deve affrontare e di scegliere, tra varie alternative, quella per sé più vantaggiosa. Gli studi sul processo decisionale condotti ormai da molti anni dal premio Nobel Daniel Kahneman hanno mostrato quanto illusoria sia questa convinzione e come, in realtà, siamo sempre esposti a condizionamenti – magari da parte del nostro stesso modo di pensare – che possono insidiare la capacità di giudicare e di agire lucidamente.

8.La battaglia” di John Steinbeck

Nel 1933 il presidente degli Stati Uniti, Theodore Roosvelt, lontano predecessore di Obama, si trovò a dover fronteggiare una crisi disastrosa, conseguenza diretta del crollo del 1929. Furono anni difficili e occuparsi di letteratura implicò un impegno sociale fino a quel momento sconosciuto. A questa nuova generazione apparteneva Steinbeck, che in questo romanzo narra la storia di uno sciopero di braccianti, del suo fallimento e di uomini che trasformano la propria disperazione in lotta per il riconoscimento dei propri diritti fondamentali.

9.Belle per sempre” di Katherine Boo

Un romanzo-reportage nella forma della narrative non-fiction in cui il Premio Pulitzer Katherine Boo racconta la vita di uno slum indiano, tra le sue abitazioni sordide e malsane, durante l’arco di alcuni anni, seguendo da vicino le vicende di diversi dei suoi abitanti.

10.La sesta estinzione” di Elizabeth Kolbert

La specie che, a un certo punto della sua storia, si è autonominata “specie dell’homo sapiens”, nel corso della sua “evoluzione” ha alterato profondamente la vita del pianeta. Tra le catastrofi da essa causate, cinque sono state così grandi da meritare il nome di “Big Five”. Questo libro, molto amato da Obama, ripercorre la storia dei “Big Five” per gettare luce su un altro allarmante evento che gli esseri umani stanno producendo, che è in corso ed è noto col nome di Sesta Estinzione.

PHOTO CREDITS: www.thehill.com

© Riproduzione Riservata
Commenti