Tempo di Libri 2018

Ass. Filippo Del Corno, “Milano e Torino hanno due fiere al servizio al Paese”

L'opinione dell'Assessore alla Cultura di Milano dopo le ultime dichiarazioni "campanilistiche" che hanno riacceso l'apparente contrasto tra Milano e Torino
Ass. Filippo Del Corno, "Milano e Torino hanno due fiere al servizio al Paese"

MILANO – Il nostro auspicio è che Tempo di Libri vada benissimo, che il Salone del Libro di Torino vada altrettanto bene, e che le due manifestazioni continuino ad operare insieme per promuovere la lettura in ambito nazionale. E’ un messaggio distensivo quello lanciato dall’Assessore alla Cultura di Milano Filippo Del Corno dopo le ultime dichiarazioni “campanilistiche” che hanno riacceso l’apparente contrasto tra Tempo di Libri a Milano ed il Salone del Libro di Torino. Lo abbiamo incontrato a Tempo di Libri.

 

Assessore Del Corno, possiamo chiederle un primo bilancio dell’edizione 2018 di Tempo di Libri?

Mi sembra che le correzioni che sono state apportate all’edizione sperimentale dello scorso anno hanno dato esiti positivi, sia in termini di luogo sia di estensione oraria e di scelta di periodo dell’anno. Mi sembra ci sia una bella presenza che mette insieme divulgazione, invito alla lettura rivolto soprattutto alle fasce più giovani, insieme ad autori importanti italiani ed internazionali.

 

In che modo Tempo di Libri si differenzia da tutte le altre manifestazioni letterarie italiane?

L’aspetto unico è il fatto che si svolga a Milano, città capitale dell’editoria nazionale sia in termini produttivi sia di distribuzione e diffusione. E’ importante che questa Fiera assuma un carattere non solo nazionale, ma anche internazionale. Ad esempio è attivo il “Milano International Rights Center”, una piattaforma di scambio di diritti e di relazioni tra editori, agenti e scrittori di tutto il mondo.

 

Nelle ultime ore si è riaccesa la polemica Torino-Milano in merito al primato di una o dell’altra città come Fiera principale italiana dedicata all’editoria. Qual è la sua posizione?

Penso che il sindaco Sala abbia detto cose di buon senso: è evidente che Milano sia la capitale del libro. La nostra è una città che ha sviluppato politiche attive e molto efficaci in termini di diffusione  della lettura. Ci poniamo come un servizio nei confronti del Paese, e speriamo che Milano possa diventare una piattaforma di incontro e scambio di relazioni e di buone pratiche. Il nostro auspicio è che Tempo di Libri vada benissimo, che il Salone del Libro di Torino vada altrettanto bene, e che le due manifestazioni continuino ad operare insieme per promuovere la lettura in ambito nazionale.

© Riproduzione Riservata
Commenti