Letture in spiaggia a Masua

Arriva la “Biblioteca balneare”, i libri invadono le spiagge della Sardegna

Clara Congia, bibliotecaria e referente della Biblioteca Comunale d’Iglesias, ci ha raccontato come è nato il progetto della biblioteca in spiaggia
Arriva la "Biblioteca balneare", i libri invadono le spiagge della Sardegna

MILANO – Portare avanti non solo la promozione della lettura, anche in vacanza, ma la promozione della cultura a 360° gradi e la valorizzazione del territorio circostante. Così nasce il servizio di biblioteca in spiaggia a Masua, località balneare che sorge a 95 metri sul livello del mare, facente parte del comune di Iglesias, provincia del Sud Sardegna. Clara Congia, bibliotecaria e referente della Biblioteca Comunale d’Iglesias, ci ha raccontato come è nato il progetto della biblioteca in spiaggia.

LA BIBLIOTECA IN SPIAGGIA – Il personale della Biblioteca “Nicolò Canelles” di Iglesias, con il beneplacito dell’Assessore alla Cultura Simone Franceschi, offre per i mesi di luglio e agosto l’apertura della biblioteca in spiaggia: il sogno di tutti coloro che amano i libri. Si tratta di una piccola sede decentrata della Biblioteca Comunale nella splendida spiaggia di Masua, dalle meravigliose acque smeraldine, sulle quali si staglia il maestoso faraglione “Pan di Zucchero”, riconosciuto patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

PROMOZIONE CULTURALE E TURISTICA – Un modo per offrire non solo ai residenti, ma anche ai numerosi turisti che si riversano nel litorale, un servizio al momento inesistente nella zona e che, secondo il personale della biblioteca, può dare lustro ad un Comune turistico qual’è Iglesias. L’intento è quello di fornire anche una migliore promozione turistica, grazie ad uno dei servizi considerato il fiore all’occhiello della città. Nella biblioteca “balneare” si possono trovare libri di vario genere: thriller, romanzi, libri per bambini, alcuni in lingua originale, ma anche libri sul territorio, sulle tradizioni, il folklore e le leggende sarde, assicurando a tutti i bagnanti, villeggianti e non, la garanzia di una buona lettura.

DA LETTURA NASCE ALTRA LETTURA – La struttura utilizzata è una casettina di legno di quelle tipiche dei mercatini natalizi, ma che allestita ad hoc, assume quell’aria informale, “vacanziera”, che permette di far avvicinare utenti magari refrattari ad una struttura canonica quale può essere la classica Biblioteca Comunale. E dopo (una volta iscritti, si sa) da lettura nasce altra lettura.

© Riproduzione Riservata
Commenti