Bartender Letterario a Milano

Arriva il bartender letterario, i cocktail al bar si pagano con una poesia

Arriva a Milano il primo libro "da bere", in occasione della presentazione del libro "La notte fiuta l’alba" dello scrittore e bartender Cosimo Nucera
Arriva il bartender letterario, i cocktail al bar si pagano con una poesia

MILANO – “Italiani, popolo di santi, poeti e navigatori”, sarà vero? Per scoprirlo arriva a Milano l’iniziativa: “Reciti una Poesia? Cocktail sia”.  Per l’esattezza: lo Zen-TO, il cocktail vincitore del prestigioso premio Challenge On Ice 2016, sarà l’omaggio a chi avrà l’ardire di recitare una poesia al momento dell’ordinazione venerdì 10 giugno presso l’Interior Design Café di Milano.

 

L’EVENTO – L’iniziativa sarà promossa in occasione della presentazione del libro “La notte fiuta l’alba” di Cosimo Nucera, scrittore esordiente ma già noto bartender delle notti milanesi, edito da Le Nuvole Editore. A svelare i contenuti del libro, venerdì 10 giugno a partire dalle ore 20, ci sarà anche l’autore Girolamo Melis, che ne ha curato la prefazione, accompagnato da tre artisti: Debora Cesti, talento dell’ultima edizione del programma di Raidue “The Voice”, l’attrice Aglaia Zannetti della Compagnia teatrale Khorakhané e il pianista Michelangelo Lazzareschi del Conservatorio di Milano.

 

IL LIBRO – Il libro è una raccolta di poesie che racconta di una notte italiana vista da chi ne conosce i segreti grazie al proprio lavoro e alle proprie esperienze. In esso luoghi e emozioni prendono forma in versi e l’autore consiglia cocktail e musiche da accompagnare alla lettura per vivere un’esperienza unica, capace di stimolare tutti i sensi.  Immancabile una poesia dedicata allo Zen-TO, cocktail che è valso la ribalta nazionale a Cosimo Nucera, frutto di una ricerca di ingredienti di qualità combinati tra loro: vermouth Carpano Antica Formula, cedrata, una fetta di limone, zenzero e una spruzzata di pepe di Timmur.

 

L’AUTORE – Cosimo Nucera nasce in Basilicata, a Policoro, si laurea con successo a Perugia, ma non riesce a fermarsi alla carta: la voglia di sperimentare lo porta a lavorare con il gusto, a sfidare gli ingredienti.  Diventa un barman professionista e si trasferisce a Milano. La carriera non impedisce a Cosimo di continuare a leggere, studiare, scrivere: dopo aver giocato con spezie e sapori, il giovane barman passa all’inchiostro. Ferma così parole, impressioni, canzoni. Torna agli ingredienti, li trasforma in poesia e nasce così il Bartender Letterario.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti