Arresto sindaco Riace, le rezioni. Saviano “Si va verso Stato totalitario”

Lo scrittore ha commentato sui social l'arresto del sindaco di Riace Domenico Lucano per favoreggiamento dell'immigrazione. Da Salvini a Beppe Fiorello, le reazioni dal web
Arresto sindaco Riace, le rezioni. Saviano

MILANO – L’arresto del sindaco di Riace Domenico Lucano per favoreggiamento dell’immigrazione sta dividendo l’opinione pubblica. Da un lato, il ministro degli interni Matteo Salvini accoglie con soddisfazione la notizia ed attende la reazione di “Saviano e tutti i buonisti che vorrebbero riempire l’Italia di immigrati”. Dall’altra, personaggi noti, scrittori, attori, hanno voluto manifestare il proprio punto di vista.

La replica dell’autore di “Gomorra” non si è fatta attendere. Saviano in mattinata ha risposto sui suoi profili social, sottolineando come l’arresto del sindaco di Riace Domenico Lucano sia a suo parere per i lgoverno italiano “il primo atto verso la trasformazione definitiva dell’Italia da democrazia a stato autoritario. Con il placet di tutte le forze politiche”.

Dal mondo culturale ed artistico italiano ci sono state molte altre reazioni. Tra queste quella dell’attore Beppe Fiorello, il quale in un suo tweet di commento alla notizia ha esortato l’intervento di Papa Francesco in merito alla questione

 

#RispettalAltro

Oggi, giornata internazionale della nonviolenza, noi di Libreriamo abbiamo voluto ribadire l’importanza di utilizzare un linguaggio rispettoso del diverso e di chi la pensa diversamente sui social e di condannare qualsiasi tipo di espressione violenta, sia per testo sia per immagini, in rete. Il clima di odio e di repressione, di sfida nei confronti di chi ha vedute diverse rispetto al proprio iterlocutore, diretto ed indiretto, da parte di rappresentanti delle istituzioni e di personaggi della cultura, riteniamo non giovi e possa portare all’emulazione, dentro e fuori la rete, dei rispettivi seguaci. Invitiamo sia dall’alto istituzioni e personaggi famosi, sia dal basso attraverso la sensibilità di chi ogni giorno commenta ed interviene sui social, di abbassare i toni e non volere a tutti i costi prevalicare l’altro, ma semmai ascoltare e riflettere sempre su ciò che viene detto da chi la pensa diversamente.

© Riproduzione Riservata