Sei qui: Home » Libri » Librerie » ”Amo chi legge… e gli regalo un libro”, un nuovo modo per promuovere la lettura

”Amo chi legge… e gli regalo un libro”, un nuovo modo per promuovere la lettura

Al via a fine maggio in tutta Italia ''Amo chi legge… e gli regalo un libro'', una grande iniziativa per promuovere la lettura tra i più giovani e non solo. Il progetto è stato lanciato dal Gruppo di lavoro editori per ragazzi di AIE (Associazione Italiana Editori)...
Dal 23 al 27 maggio, nell’ambito del Maggio dei libri, nelle librerie italiane si potranno comprare volumi per donarli a biblioteche e scuole

MILANO – Al via domani in tutta Italia “Amo chi legge… e gli regalo un libro”, una grande iniziativa per promuovere la lettura tra i più giovani e non solo. Il progetto è stato lanciato dal Gruppo di lavoro editori per ragazzi di AIE (Associazione Italiana Editori) durante la Fiera internazionale del Libro di Bologna. I ragazzi a scuola leggono poco, e non solo per mancanza di interesse e di predisposizione. Spesso quello che manca sono i mezzi, delle biblioteche scolastiche attrezzate. Per questo si è pensato di abbracciare ed estendere la campagna di Sinnos – “I libri? Spediamoli a scuola!” – e rilanciarla su scala nazionale.

GIOVANI LETTORI CERCASI – L’idea nasce dopo aver osservato alcuni dati allarmanti. Sono 0,1 i libri nuovi per studente, disponibili oggi nelle biblioteche scolastiche in Italia. È quanto emerge dall’indagine curata dall’AIE e che ha preso in considerazione 7.800 biblioteche scolastiche italiane. La spesa media annua per acquisto di libri per alunno, invece, non supera gli 0,68 euro. Davvero poco per formare ed educare i futuri lettori.

100 LIBRI PER RAGAZZI IMPERDIBILI – Guardando allo stato disperato delle biblioteche scolastiche, si è arrivati a stilare la lista dei 100 libri per ragazzi imperdibili. Ci ha lavorato l’AIE in sinergia con AIB (Associazione Italiana Biblioteche) e Nati per leggere. Si va dai titoli per l’infanzia, classificati come 0-3 anni, alle storie più difficili per giovani sopra i 14 anni. Si va dalle favole come “Cappuccetto rosso” ad alcuni libri di Bianca Pitzorno. L’elenco, comunque, non è vincolante per i partecipanti all’iniziativa. Ogni scuola o biblioteca potrà integrare la propria “letterina a Babbo Natale” con i libri che ritiene necessari e irrinunciabili prima di consegnarla alla libreria.   

COMPRA UN LIBRO PER GLI ALTRI – L’invito è rivolto a tutti. Dal 23 al 27 basterà recarsi in una delle librerie che prendono parte al progetto e comprare uno dei libri della “lista dei desideri” esposta in vetrina. I libri che le famiglie acquisteranno in questi cinque giorni andranno a rinforzare le dotazioni di scuole, asili, ma anche del nido del carcere femminile di Rebibbia, della scuola dell’ospedale di Vicenza, della biblioteca di pediatria dell’ospedale Bufalini di Cesena e dell’Associazione Il Melograno che riunisce i Centri Informazione Maternità e Nascita. Un piccolo gesto, per aiutare i giovani a entrare in contatto con il magico mondo della lettura. 

 

I NUMERI DELL’EVENTO – Ad aderire all’iniziativa sono oltre 356 librerie indipendenti e di catena e 135 biblioteche (di cui 78 scolastiche e 57 di pubblica lettura). Sono poi in programma oltre 60 eventi sparsi per lo Stivale (che solo a Genova, con "Amo chi legge … e gli regalo un libro a Genova", coinvolgeranno 2 mila bimbi), con più di 50 autori per bambini al lavoro per un super week end di festa. 

 

UN CIRCOLO VIRTUOSO A FAVORE DELLA LETTURA – “Non c’è limite al bisogno di lettura dei bambini e dei ragazzi che restano i più forti lettori in Italia – ha spiegato Antonio Monaco, responsabile del Gruppo Editori per Ragazzi di AIE  -. L’intento è quindi di creare un circolo virtuoso a beneficio della promozione alla lettura. Ci sembrava necessario lavorare con le scuole ma anche con le biblioteche e le librerie, giocandoci in prima persona come editori per ragazzi”.

 

Roberta Turillazzi


22 maggio 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata