Al via oggi Chiasso/letteraria, il festival internazionale di letteratura giunto alla sua ottava edizione

Parte oggi l'ottava edizione di Chiasso/letteraria, festival internazionale di letteratura, che avrà luogo a Chiasso, sul confine italo-svizzero, da oggi sino a domenica 5 maggio. Il festival vedrà la presenza di scrittori di rilievo internazionale. Il tema di quest'anno, come evidenziato anche dal titolo ''A/POLIS – Pensieri dell'esilio'' è per l’appunto l'esilio ...
“A/POLIS – Pensieri dell’esilio” è il titolo della nuova edizione del festival che ospiterà, fino al 5 maggio, scrittori di fama mondiale
 
MILANO – Parte oggi l’ottava edizione di Chiasso/letteraria, festival internazionale di letteratura, che avrà luogo a Chiasso, sul confine italo-svizzero, da oggi sino a domenica 5 maggio. Il festival, vedrà la presenza di scrittori di rilievo internazionale. Il tema di quest’anno, come evidenziato anche dal titolo “A/POLIS – Pensieri dell’esilio” è per l’appunto l’esilio, senza retorica, ma con il desiderio di ridare dignità e centralità alla parola e alla buona letteratura.  
 
IL FESTIVAL – Il festival è organizzato a titolo di volontariato dall’omonima associazione Chiasso/Letteraria e da un apposito comitato scientifico,  con il sostegno del Comune e del Centro culturale di Chiasso, del Cantone Ticino, dell’Ente turistico del Mendrisiotto e Basso Ceresio, dell’AGE S.A.e di diversi sponsor privati e pubblici.  Media-partner sono la Rete DUE della RSI,  presente al Festival con una postazione “live” ed un’apposita tavola rotonda,  Pulp libri, e Extra e Corriere del Ticino. Tra i nuovi partner segnaliamo il P.E.N. International Centro della Svizzera italiana e retoromancia e la Literaturhaus di Zurigo. In occasione della manifestazione è stato attivato un blog,blog.chiassoletteraria.ch, curato da un gruppo di giovani coordinati da Manuela Fulga, che si pone come un’occasione di condivisione e coinvolgimento di un pubblico giovane e non solo. Per l’occasione è stata anche pubblicata una “rivista immaginifica” con contributi di scrittori, saggisti e giornalisti sul tema dell’esilio che verrà distribuita in diecimila copie nelle librerie, musei, caffé del Cantone. 
 
IL TEMA DELL’ESILIO – L’esilio è una condizione di sradicamento, privazione e non-appartenenza per molti popoli e esseri umani. L’esilio è patria di scrittori, pensatori, artisti (da Ovidio, Dante, Nietzsche, Mann, Brecht, Nabokov, Cortazar a tanti scrittori contemporanei). La condizione di esule contiene molte sfaccettature, sia esistenziali, che stilistiche e letterarie (esiste una letteratura dell’esilio?). Ovunque e da sempre gli esuli sono oggetto di particolare attenzione e controllo, non di rado assumono il ruolo di capro espiatorio, ma sono anche soggetto di profondi cambiamenti e portatori di sguardi altri. Riconoscere dignità alle voci dell’esilio – rivendicare una letteratura dell’esilio – risulta essere allora una priorità culturale e civile, non fosse altro che per non disconoscere il nucleo stesso di profonda solitudine che ci compenetra e ci accomuna. 
 
GLI AUTORI PRESENTI – Per l’edizione 2013, si preannuncia un programma con una ventina di autori, poeti, artisti, saggisti di primo piano sia svizzeri che internazionali: lo scrittore iraniano Kader Abdolah, che da anni ha trovato rifugio in Olanda dove è uno degli autori più significativi; la scrittrice israeliana Zeruya Shalev, che presenterà l’opera Quel che resta della vita; Andreï Makine, già premio Goncourt con Il testamento francese, che presenterà Une femme aimée, Gabriela Adameşteanu, tra i più importanti scrittori rumeni contemporanei ed esponente di spicco del mondo culturale del suo paese. Prenderanno parte alla manifestazione anche Carmine Abate, vincitore de Premio Campiello, l’autrice svizzera Melinda Nadj Abonji, Yusuf Yeşilöz, scrittore e regista d’origine curda, e Jean-Luc Benoziglio, da diversi anni una delle voce più originali della letteratura svizzera. Un posto di rilievo verrà riservato anche alla poesia, a cui è dedicata una speciale “Carta bianca”  curata da Fabio Pusterla alla quale parteciperanno tre affermati poeti dialettali italiani: Franca Grisoni, Edoardo Zuccato e Fabio Franzin. 
 
GLI ALTRI EVENTI – Oggi il Cinema Teatro di Chiasso ospiterà la messa in scena di un’opera inedita scritta appositamente per ChiassoLetteraria dalla scrittrice bosniaca Elvira Mujčić dal titolo I quaderni di Nisveta. Domani 2 maggio Alla Galleria Mosaico s’inaugurerà la mostra collettiva Così lontano, così vicino, che proporrà opere sul tema dell’esilio. Sempre lo stesso giorno nel Foyer del Cinema Teatro, avrà luogo l’incontro Il libro nell’era digitale sul  passaggio al digitale che ha ormai investito tutti i settori dell’industria culturale, dalla musica alla TV, passando per il giornalismo e i libri. Venerdì 3 maggio avrà luogo l’inaugurazione del Festival, alla presenza del consigliere di Stato Manuele Bertoli, a cui farà seguito un incontro-intervista con Vinicio Capossela. Sabto 4 maggio al Magazzino 6 della Stazione FFS di Chiasso, verrà presentata in anteprima la preview di I am here now – Racconti sui giovani esuli dalle terre dell’ex-Jugoslavia. Domenica 5 maggio, sempre al Magazzino 6 della stazione ferroviaria di Chiasso avrà luogo un’intervista-concerto, organizzata in collaborazione con l’Associazione Espérance ACTI (Aiuto e cooperazione fra Ticino e Indocina), con Oliviero Malaspina, ultimo collaboratore di Fabrizio De André. 
 
1 maggio 2013
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA 
 

© Riproduzione Riservata
Commenti