Premio Costa Smeralda

Al via la prima edizione del Premio Costa Smeralda

Letteratura, ecologia e sostenibilità blu sono i temi del Premio Letterario Costa Smeralda che si terrà il 28 e il 29 Aprile a Porto Cervo
Al via la prima edizione del Premio Costa Smeralda

MILANO – Nasce il Premio Costa Smeralda, il primo riconoscimento letterario dedicato interamente al MARE in quanto vitale motore culturale, scientifico, ecologico ed economico – regionale quanto globale. La cerimonia si terrà il 28 aprile a Porto Cervo, al culmine di un percorso condiviso con le autorità locali volto a valorizzare e tutelare
l’ambiente marino e a lanciare la stagione turistica per l’intera regione sarda. Tra gli eventi artistici e
sociali che accompagnano il premio letterario, vi sarà anche una mobilitazione collettiva per la bonifica degli arenili dalla plastica. L’evento si apre con un ospite importante ovvero Sergio Bambarén, scrittore e noto ambientalista. Vicepresidente dell’organizzazione Mundo Azul, Sergio Bambarén, incontrerà il pubblico per testimoniare il suo impegno in difesa degli oceani e racconterà le sue numerose battaglie per proteggere i cetacei e l’ambiente marino

Il mare da raccontare e tutelare

E’ in questa dimensione che verranno scelti e premiati saggi romanzi e
ricerche capaci di promuovere concretamente un maggiore rispetto della risorsa mare. L’incontro tra autori,
innovatori, personalità e testimonianze intorno e per il mare vuole assurgere ad atto creativo in sé, nel
tentativo di colpire e segnare testa e cuore di coloro che vi partecipano in loco, via streaming o attraverso i
media nazionali e internazionali – spiega Beatrice Luzzi, direttrice artistica del Premio – Sono decine le
opere già inviateci dai colossi dell’editoria come dalle case editrici indipendenti, lanciando l’orizzonte di un
Premio Costa Smeralda come punto di riferimento per la letteratura di mare e la community internazionale
del mare”. Nomi importanti quelli della giuria, costituita da nomi importanti in ambito culturale e scientifico in Italia e all’estero,  come la Presidente onoraria Donatella Bianchi (conduttrice di Linea Blu e Presidente del Wwf), Alessandra Sardoni (saggista e giornalista de la7) Mario Tozzi (ricercatore CNR, divulgatore scientifico, già presidente Ente Parco Nazionale Arcipelago Toscano e delle sue aree marine)

Le sezioni oggetto della premiazione

Saranno tre le sezioni oggetto di premiazione: la Narrativa, la Saggistica, l’Innovazione Blu (da assegnare ad un INNOVATORE – ricercatore, imprenditore, amministratore – che abbia saputo intraprendere concretamente nuove strade per la salvaguardia del mare). Un Premio Speciale, scelto dal pubblico durante la cerimonia, verrà infine attribuito al prescelto tra i premiati delle tre sezioni. I premi saranno costituiti da un contributo economico e da un’opera d’arte e la cerimonia di premiazione, cui parteciperanno anche testimonials stranieri, avverrà il 28 Aprile, giornata ad alto contenuto simbolico in cui si celebra il Popolo Sardo ricordando la sommossa dei vespri sardi che nel 1794 costrinse alla fuga da Cagliari i funzionari Sabaudi. Il premio sarà anticipato da un week end ad alto impatto sociale dedicato alla sostenibilità ambientale (21-22 Aprile 2018). Associazioni, residenti, studenti, consorziati e Comune saranno tutti coinvolti nella bonifica degli arenili della costa dalla plastica. Da gesto collettivo a performance artistica: La plastica si fa arte plastica, opera realizzata in collaborazione con gli artisti del territorio e con la Fondazione MedSea, che sarà poi visibile in occasione del premio.

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti