Al via il seminario di perfezionamento della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri

Si apre oggi e proseguirà fino al prossimo 31 gennaio a Venezia, presso la Fondazione Giorgio Cini nell'Isola di San Giorgio Maggiore, il seminario di perfezionamento della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri...

Il seminario, giunto alla 31sima edizione, si terrà da oggi al 31 gennaio prossimo presso la Fondazione Giorgio Cini a Venezia

MILANO – Si apre oggi e proseguirà fino al prossimo 31 gennaio a Venezia, presso la Fondazione Giorgio Cini nell’Isola di San Giorgio Maggiore, il seminario di perfezionamento della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri, organizzato da Messaggerie Libri e Messaggerie Italiane, in collaborazione con l’ALI – Associazione Librai Italiani e l’AIE – Associazione Italiana Editori. Il seminario, appuntamento internazionale di grande rilievo per l’editoria, affronterà diversi temi relativi al mondo del libro, delle librerie e del mercato, con uno sguardo sempre attento e aggiornato sulle nuove proposte e sugli sviluppi in questo campo.

LA STORIA DELLA SCUOLA – La Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri nasce nel 1983 con l’intento di ridefinire e rendere sempre più attuale la figura professionale del libraio, fornendogli nuovi strumenti di analisi e metodologie innovative che consentano di cogliere i mutamenti e i cambi di passo della produzione libraria. La Scuola, oltre ad aver formato nuove generazioni di librai, è diventata nel tempo un laboratorio di sperimentazione e di confronto dialettico sull’evoluzione e sulle potenzialità dell’oggetto libro, sulle strategie di localizzazione delle librerie e sulle modalità della promozione libraria.

LA LIBRERIA, IL LUOGO FINALE DEL PRODOTTO LIBRO – Primo esempio in Italia, secondo in Europa, dopo Francoforte, la Scuola sin dal suo esordio ha scelto di focalizzare le sue analisi e i suoi studi sulla centralità della libreria come luogo finale del prodotto libro senza mai trascurare il ruolo fondamentale delle attività di distribuzione, commercializzazione e promozione che ne costituiscono la linfa vitale.

IL PROGRAMMA DI MERCOLEDÌ – Dopo la giornata inaugurale, il seminario inizia oggi con alcuni interventi sul tema l’eccellenza nella libreria. Gian Luca Marzocchi (Università di Bologna) parlerà del futuro della libreria e degli strumenti per un’analisi; James Daunt (Waterstones) porterà l’esperienza e l’evoluzione di Waterstones; Carmine Donzelli (editore) parlerà del valore dell’assortimento; Gian Arturo Ferrari (presidente del Centro per il libro e la lettura) affronterà il tema dell’assortimento di qualità per promuovere la lettura; Karin Zaghi (Università Bocconi) interverrà su la libreria e il suo visual merchandising: da macchina per vendere ad ambiente relazionale; Michela Addis (Università Bocconi) affronterà l’interessante argomento del cliente in libreria: soddisfatto, fedele o leale?; lo psicoanalista Stefano Bolognini (Presidente International Psychoanalytical Association) tratterà l’emozione nel servizio al cliente; infine, lo scrittore Antonio Manzini racconterà cosa si aspetta da una libreria.

IL PROGRAMMA DI GIOVEDÌ – Il tema di giovedì 30 gennaio sarà l’innovazione della libreria. Interverranno Vincenzo Russi (Messaggerie Italiane) sull’editoria digitale; Giulio Saltarelli (Libreria dell’Arco di Reggio Emilia) sull’utilizzo dei social network in libreria; Mauro Zerbini (IBS.it) sull’attività commerciale Click and mortar, che si sviluppa sia online nel mondo virtuale sia attraverso punti vendita tradizionali; Roberto Gulli (Pearson Italia) sul futuro dell’editoria scolastica e il ruolo della libreria; Lavinia Manfrotto (Libreria Palazzo Roberti di Bassano del Grappa), Chiara Medioli (Fabriano Boutique), Fabio Rosciglione (Moleskine) sulla cartoleria di qualità in libreria; Alice Della Puppa (libreria Baobab di Porcia) sui giochi in libreria; l’architetto Miguel Sal (Brand Consultants) con la presentazione di Waterstones di Londra e Central di Madrid.

Chiuderà la giornata Alessandro Baricco con l’intervento “Il valore della libreria come luogo di emozioni”.

IL PROGRAMMA DI VENERDÌ – La giornata conclusiva di  venerdì 31 gennaio, avrà come titolo i librai nel mondo nuovo. Oltre agli interventi di Angelo Tantazzi (Prometeia) e Florence Noiville (Le Monde) – La tempesta perfetta – si terrà la tavola rotonda Un algoritmo non li seppellirà, coordinata da Stefano Mauri e Giovanna Zucconi, a cui parteciperanno: Silvia Caselli (la Feltrinelli – I), James Daunt (Waterstones – UK), Denis Mollat (Librairie Mollat – F) – Alberto Ottieri (Emmelibri – I), Antonio Ramirez (La Central – ES).
Nel pomeriggio, dopo la consegna del Premio per Librai Luciano e Silvana Mauri, giunto alla sua ottava edizione, il corso seminariale 2014 prevede l’intervento “Il diritto alla conoscenza” di Stefano Rodotà e le conclusioni di Achille Mauri.

28 gennaio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti