Pino Daniele, le frasi ed i versi più belli delle sue canzoni

Ieri sera a Sanremo è stato consegnato il Premio alla carriera alle figlie di Pino Daniele, esibitosi dieci anni fa come ospite sul palco dell'Ariston
Pino Daniele, le frasi ed i versi più belli delle sue canzoni

MILANO – Ieri sera a Sanremo è stato consegnato alle figlie di Pino Daniele il Premio alla carriera per la cantautore partenopeo. Dieci anni fa, nel 2009, Pino Daniele si era esibito sul palco dell’Ariston come ospite cantando Quando e dieci anni dopo il Festival della musica italiana lo omaggia in questo modo.
Nelle canzoni di Pino Daniele il confine tra poesia e canzoni, o meglio versi in musica, è molto sottile, quasi impercettibile. Noi di Libreriamo vogliamo omaggiare il cantautore proponendovi alcuni versi e frasi significative tratte dalle sue canzoni più belle, italiane e napoletane.

“Napule è mille culure | Napule è mille paure | Napule è a voce d’ ‘e criature | che saglie chiano chianu | e tu saje ca nun si sulo.”
(da Napule è, 1977)

 

“Io ci sarò ad alzare il vento, pensaci bene e poi fai posto al sentimento.”
(da Io ci sarò, 1984)

 

“Alleria, pe’ ‘nu mumento te vuò scurdà che hai bisogno d’alleria, quant’e sufferto ‘o ssape sulo Dio. E saglie ‘a voglia d’alluccà, ca nun c’azzicche niente tu, vulive sulamente da’: e l’alleria se ne va…”
(da Alleria, 1980)

 

“Io per lei ho due occhi da bambino, se sei tu il mio destino allora portami via…”
(da Io per lei, 1995)

 

“Nun da’ retta è meglio ca ognuno penza a sé. Nun fa’ comm’a me, che parlo sulo, che faccio capa e muro.”
(da Carte e cartuscelle, 1989)

 

“Vorrei rubare per un’ora qualche sorriso e qualche storia però il tempo sta cambiando… Schizzechea.”
(da Schizzechea, 1988)

 

“Masaniell è crisciut eeh | Masaniell è turnat | Je so pazz aaah | Je so pazz e | Nun ci scassat ‘o cazz!”
(da Je so pazzo, 1979)

 

“Sai che mi piaci quando parli così in fretta, sembra che mastichi le nuvole…”
(da Io per lei, 1995)

 

“Sienti fa accussì, nun da’ retta a nisciuno; fatte ‘e fatte toie ma si hai ‘a suffrì caccia ‘a currea.”
(da Yes, I know my way, 1981)

 

“Noi che abbiamo un mondo da cambiare | noi che ci emozioniamo ancora davanti al mare.”
(da Anna verrà, 1989)

 

“Na tazzulella ‘e cafè | Acconcia a vocca a chi nun po’ sapè | E nuje tiramm annanz ch’è rulur ‘e panz | E ‘nvec ‘e c’aiuta c’abboffan ‘e cafè.”
(da Na tazzulella ‘e cafè, 1977)

 

“Mai nessuna mi ha mai detto sono pazza di te | Mai mai nessuna è grande come te | che metti i tuoi sogni dentro ai miei | e riesci ad essere sempre come sei.”
(da Dubbi non ho, 1997)

 

“A me me piace ‘o blues e tutt’ ‘e juorne aggia cantà.”
(da A me me piace ‘o blues, 1980)

 

© Riproduzione Riservata