Mondo della poesia in lutto

Addio al poeta Valentino Zeichen

Il mondo delle lettere piange la scomparsa del poeta Valentino Zeichen. Il suo libro era stato escluso dai 12 romanzi finalisti del Premio Strega
Valentino Zeichen

MILANO – È morto Valentino Zeichen, aveva 78 anni. Era ricoverato presso la clinica romana di Santa Lucia in cui era entrato circa 2 mesi far dopo che era stato colpito da un ictus. Uno dei primi ad arrivare all’ospedale è stato lo scrittore e suo amico Edoardo Albinati, favorito per la vittoria finale al Premio Strega 2016. Il libro di Valentino, “La sumera” era stato escluso dai 12 libri finalisti al Premio di quest’anno. Ripercorriamo ora la vita del poeta e parliamo delle sue opere più importanti.

.

LA VITA E LE OPERE – Valentino nacque a Fiume intorno al 1938, anche se la data di nascita è incerta. Dopo la guerrà si trasferì a Trieste. Ebbe una adolescenza tormentata, prima morì la madre, poi fu costretto a seguire il padre a Roma dove si risposò. Finì addirittura in una casa di correzione a Firenze. E’ proprio in quel logo che prese forma la sua personalità. Si è avviciò alla poesia quando era diciottenne, influenzato da autori surrealisti come André Breton e Jacques Prévert. Se il suo primo lavoro fu pubblicato nel 1969 sulla rivista letteraria Nuova Corrente, il suo primo romanzo risale al 2015 e si intitola “La sumera“.  Il suo esordio poetico avvenne nel 1974, alla raccolta “Area di rigore” erano seguite opere come Pagine di gloria e Museo interiore. La sua poetica è sempre stata caratterizzata da un forte estro creativo e da un umorismo sottile e intelligente. 

.

.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti