Il saluto all'autore di ''Cent Anni di solitudine''

Addio a Gabriel Garcia Marquez, le reazioni e l’omaggio in Italia e all’estero

La notizia della morte del grande scrittore Gabriel Garcia Marquez ha presto fatto il giro del mondo, , costringendo in tarda serata le redazioni dei quotidiani a rivedere le proprie pagine...

MILANO – La notizia della morte del grande scrittore Gabriel Garcia Marquez ha presto fatto il giro del mondo, costringendo in tarda serata le redazioni dei quotidiani a rivedere le proprie pagine  per dedicargli il doveroso spazio, mentre i siti online da subito han dedicato speciali e approfondimenti sul Gabo e le sue opere.

L’OMAGGIO ITALIANO – In Italia, il Correre della Sera ha dedicato le due pagine della cultura interamente al grande scrittore latino-americano. Nell’articolo di Franco Cordelli, viene ripercorsa la storia dello scrittore attraverso le sue opere. Partendo da “Cent’anni di solitudine” e “L’autunno del patriarca” (le colonne che sostengono l’arco di tutta la sua opera) , esplorando quindi i romanzi sentimentali come “L’amore ai tempi del colera” e quelli che trattano temi sociali e politici come “Racconto del Naufrago”. Su Repubblica, Irene Bignardi riporta alcuni degli aneddoti raccolti nel corso delle interviste concesse da Marquez. Tra questi, la volta in cui Gabo, una volta che si parlava della sua morte, diceva “L’unica cosa che mi dispiace della mia morte e che non potrò essere lì a raccontarla”.

DA LONDRA A BOGOTA’ – La scomparsa di Gabriel Garcia Marquez ha suscitato diverse reazioni anche a livello internazionale. Sul The Guardian, viene sottolineata l’importanza e l’impegno dell’autore colombiano per la sua terra. Grazie al successo di “Cent’anni di solitudine “, infatti, Marquez diventò portabandiera del popolo e della letteratura latina nel mondo. Sul New York Times, la giornalista e premio Pulitzer Michiko Kakutani sottolinea già dal titolo dell’articolo dedicato a Gabriel Garcia Marquez, definito “stregone del magico realismo”, come nelle suoi romanzi sia stato capace di intrecciare racconti del tempo, della memoria e dell’amore. El Espectador, il quotidiano d’informazione principale della Colombia, dove Marquez ha lavorto per diversi anni come giornalista, gli dedica l’intera home page del sito con in alto la scritta in spagnolo “Per Sempre Gabriel”. Più in basso, una cronologia interattiva riassuntiva delel principali tappe dell’autore.

18 aprile 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti