A tutto volume, a Ragusa gli scrittori invadono la capitale del barocco siciliano

Da oggi fino a domenica appuntamento con la settima edizione di "A Tutto Volume – Libri in festa a Ragusa". Gli eventi si svolgeranno in diversi punti del centro storico
A tutto volume, a Ragusa gli scrittori invadono la capitale del barocco siciliano

MILANO – Oltre 50 autori, più di 30 eventi in 20 location, sei sezioni e circa 50 ore di programmazione. Da oggi fino a domenica 19 giugno appuntamento con la settima edizione di “A Tutto Volume – Libri in festa a Ragusa“.  Gli eventi si svolgeranno in diversi punti del centro storico di Ragusa Superiore – la città nuova ricostruita dopo il terremoto – intorno alla Cattedrale di San Giovanni Battista e di Ibla – il quartiere antico dall’anima barocca – tra Piazza Duomo, la chiesa di San Vincenzo Ferreri, Piazza Pola e i Giardini Iblei.

.

WEEKEND CULTURALE – Per tre giorni la rassegna invaderà la capitale del barocco siciliano, patrimonio dell’Unesco. Un weekend dedicato alla cultura con un programma che spazierà dalla narrativa all’attualità, senza trascurare enogastronomia, musica, spettacolo e una sezione dedicata ai giovani lettori. Dal pomeriggio a tarda sera, il festival promosso dalla Fondazione degli Archi e ideato da Alessandro Di Salvo animerà il centro storico di Ragusa Superiore e quello di Ragusa Ibla, la parte più antica della città, con un programma ricco di appuntamenti, tutti a ingresso gratuito. Tra gli ospiti Valerio Massimo Manfredi, Corrado Augias, Gian Carlo Caselli, Stefano Boeri, Salvatore Settis, Paolo Di Paolo, Diego De Silva, Antonio Pascale, Ninni Bruschetta e Gualtiero Marchesi.

.

L’INAUGURAZIONE – Oggi pomeriggio in Piazza San Giovanni – dopo i saluti del direttore artistico Alessandro Di Salvo e del presidente della Fondazione degli Archi Angelo Buscema – l’apertura sarà affidata allo scrittore e archeologo Valerio Massimo Manfredi che con un viaggio tra le meraviglie del mondo antico inaugurerà la rassegna e la sezione “incattedra”. Alle 20 sul Ponte dei Cappuccini per “incipit” Paolo di Paolo parlerà del suo recente romanzo “Una storia quasi solo d’amore” (Feltrinelli). In contemporanea in Piazza Matteotti (Poste) per “Inparola” spazio a Gianni Vattimo (intervistato dal filosofo Diego Fusaro) e al suo “Non essere Dio” (Ponte alle grazie) mentre per “Intavola” l’economista Andrea Segrè sul Sagrato della Cattedrale presenterà “Cibo” (Il Mulino). Alle 21.30 sul Ponte Nuovo per “Incattedra” l’architetto Stefano Boeri racconterà il suo progetto per “Un bosco verticale” (Corraini). In Piazza SS. Salvatore appuntamento con Oltrecorto, un omaggio alla letteratura disegnata di Hugo Pratt e al suo personaggio più celebre. Marco Steiner, storico collaboratore del grande fumettista e scrittore, e Ruben Pellejero, disegnatore che insieme allo sceneggiatore Juan Diaz Canales ha fatto “rivivere” il marinaio venti anni dopo la scomparsa del suo ideatore, si incontreranno per la prima volta per fare il punto sulla complessa eredità lasciata da Pratt e sulle prospettive di sviluppo dell’eroe creato dalla sua matita nel 1967.

.

SECONDA GIORNATA – Sabato dalle 18.30 per “Infavola” nel Giardino dei piccoli lettori spazio al libro “Elsina e il grande segreto” di Sandra Petrignani (Rrose Sélavy). In Piazza Matteotti (delle Poste) Giancarlo Caselli presenterà “Nient’altro che la verità” (Piemme) nel quale il magistrato più scomodo d’Italia, rievoca le tappe fondamentali, i valori, gli amici e i nemici che hanno segnato la sua avventura umana e professionale. Sul Sagrato della Cattedrale per “Incattedra” lo storico dell’arte Salvatore Settis e l’archeologo Maurizio Paoletti, presenteranno “Sul buono e sul cattivo uso dei Bronzi di Riace” (Donzelli). Per “incipit” sul Ponte dei Cappuccini Andrea Vitali e il suo “Le mele di Kafka” (Garzanti). In Piazza Matteotti (delle poste) Antonio Calabrò con “I 1000 morti di Palermo” (Mondadori). In Via Roma (Corso Italia) Grazia Verasani e Stefano Tura spiegheranno al pubblico “Come si scrive un giallo”. Dalle 23 sul Ponte dei Cappuccini lo scrittore Antonio Pascale proporrà una conferenza spettacolo tratto da “Le aggravanti sentimentali” (Einaudi). In via Mariannina Coffa Valerio Massimo Visintin presenterà “Cuochi sull’orlo di una crisi di nervi” (Terre di mezzo).

.

GRAN FINALE – Domenica si partirà “intavola” alle 12 nel Palazzo Arezzo di Trifeletti con Bob Noto, fotografo, grafico ed esperto di gastronomia, e il suo “Il Cuoco Universale” (Marsilio). Dalle 18.30 appuntamento “incattedra” a San Vincenzo Ferreri con “Senza Paura” della psicologa Gabriella Pravettoni (Mondadori Electa), “incipit” a Santa Teresa con “Fiammetta” di Emanuela Abbadessa (Rizzoli) e “intavola” nell’Antico convento dei Cappuccini con “Opere/Works” dello chef Gualtiero Marchesi (Cinque Sensi). Alle 20 due appuntamenti con Diego De Silva e la sua “Terapia di coppia per amanti” (Einaudi) nel Giardino Ibleo (Chiesa di San Giacomo) e con Ninni Bruschetta e il “Manuale di sopravvivenza dell’attore non protagonista” (Fazi) nel Giardino Ibleo (Piazza Odierna). Alle 21.30 in Piazza Duomo  Corrado Augias terrà una Lectio Magistralis di chiusura sul tema “Un uomo chiamato Gesù”.

.

© Riproduzione Riservata