Libri per i single

7 libri che non ti faranno pentire di essere single

Questi libri vi dimostreranno quanto le relazioni amorose possano essere complicate e pericolose
7 libri che non ti faranno pentire di essere single

MILANO – San Valentino è passato e oggi è la festa di tutti i single: San Faustino. Molti soffrono per non aver ancora un partner e passano la maggior parte del tempo a fantasticare di come sarebbe la loro vita accanto alla persona che amano. Altri ancora hanno deciso di restare single per evitare ogni tipo di problemi derivanti dalle relazioni di coppia. Questi libri, indicati da Bustle.com, vi mostreranno come le relazioni amorose possano essere complicate e addirittura pericolose e vi suggeriranno che essere single non è poi tanto male.

LEGGI ANCHE: SAN FAUSTINO, 10 CITAZIONI LETTERARIE DEDICATE AI SINGLE 

.

Gone Girl. L’amore bugiardo” di Gillian Flynn

Non ci può essere libro migliore per rendervi felici di essere single. Amy e Nick si incontrano a una festa in una gelida sera. È subito amore. Lui la conquista con il sorriso sornione e l’accento ondulato del Missouri. Lei è la ragazza perfetta, bella e spigliata. Sono felici, pieni di futuro. Qualche anno dopo però tutto è cambiato. Da giovani in carriera a coppia alla deriva. Amy e Nick hanno perso il lavoro e sono costretti a reinventarsi: lui proprietario di un bar accanto alla sorella Margo, lei casalinga in una città di provincia. Fino a che, la mattina del loro quinto anniversario, Amy scompare. È in quel momento, con le tracce di sangue e i segni di colluttazione a sfregiare la simmetria del salotto, che la vera storia del matrimonio di Amy e Nick ha inizio. Che fine ha fatto Amy? Quale segreto nasconde il diario che teneva con cura? Chi è davvero Nick Dunne? Un romanzo, costruito su rovesciamenti e colpi di scena, che vi costringerà a domandarvi se conoscete davvero la persona che vi dorme accanto.

.

Lolita” di Vladimir Nabokov

Non si tratta solo di un meraviglioso romanzo, ma uno dei grandi testi del tema della passione che attraversano la letteratura passata e moderna. Ma chi è Lolita? Una “ninfetta”, uno di quegli esseri quasi immortali che furono i primi ad attirare il desiderio degli Olimpi verso la terra. Perché chiunque sia “catturato dalle Ninfe”, secondo i Greci, è travolto da una sottile forma di delirio, lo stesso che coglie l’indimenticabile professor Humbert Humbert per la piccola, intensamente americana Lolita. Attenzione quindi, la storia insegna che le passioni più forti possono portare a turbamenti che non solo creano dipendenza, ma che possono essere anche dannosi per la vostra anima.

.

La sposa silenziosa” di  A. S. A. Harrison

Jodi è la compagna perfetta e Todd non potrebbe mai fare a meno di lei. Abituata a vivere all’ombra del suo uomo, Jodi lo accudisce, lo asseconda, contribuisce a fare di lui, giorno dopo giorno, una persona di successo. Elegante, sofisticata, sicura di sé, Jodi è una psicoterapeuta che ha rinunciato alla carriera pur essendo molto brava a scavare nella mente dei pazienti, almeno quanto lo è a mentire a se stessa. Todd è un uomo d’affari avido, egocentrico e, al contrario della moglie, molto prevedibile: tutto ciò che desidera se lo prende, soprattutto quando l’oggetto del desiderio sono le donne. Todd e Jodi sono una coppia come tante. Ma un giorno succede qualcosa che rischia di frantumare il loro rapporto mandandolo in pezzi affilati e taglienti, come uno specchio caduto a terra. E in questo istante che Jodi capisce di non poter più essere una sposa silenziosa e di dover scegliere tra giustizia e vendetta.

.

Chi ha paura di Virginia Woolf?” di Edward Albee

Questa rappresentazione teatrale racconta di uno dei matrimoni più bizzarri della letteratura. I protagonisti George e Martha sono una coppia di mezza età che ha invitato a casa un giovane collega di lui e sua moglie. Tra un bicchiere e l’altro, complici l’ora tarda e i fumi dell’alcool, i quattro si addentrano in una specie di “gioco della verità” che porta le due coppie a mettere a nudo tutto di sé, soprattutto i padroni di casa. Tra colpi di scena continui e risvolti di trama inaspettati spererete di restare per sempre single pur di non incorrere in una relazione del genere. “Chi ha paura di Virginia Woolf?” E’ un’opera imperdibile per voi.

.

E’ così che la perdi” di Junot Diaz

Si tratta di una collezione di storie costruiti attorno alla figura di Yunior, alter ego dell’autore e protagonista di questo libro,  capace di mettere nero su bianco una vera e propria Guida all’amore per infedeli senza cambiare una virgola delle proprie abitudini, pronto a lanciarsi in disperate richieste di perdono ogni volta che la fidanzata di turno, tradita, lo pianta. La vita amorosa di Yunior è un casino, infatti , ogni personaggio in questo libro deve fare i conti con la dura realtà dell’amore. Diaz fornisce così una panoramica completa e dettagliata sulla passione e sulle relazioni amorose.

.

E’ finita male” di Jennifer Wright

Una delle parti migliori di essere single è che non devi preoccuparti di trovare il modo di rompere una relazione. Questo libro raccoglie diverse, strane e folli storie vere che mostrano quanti problemi possano portare le relazioni. I tragici eventi narrati in questo libro non solo non vi faranno pentire di essere single, ma vi inviteranno a ragionare profondamente prima di intraprendere qualsiasi conoscenza dell’altro sesso. 

.

Anna Karenina” di Lev Tolstoj

Centro della vicenda è la tragica passione di Anna, sposata senza amore a un alto funzionario, per il brillante ma superficiale Vronskij. Parallelo a questo amore infelice è quello felice di Kitty per Levin, un personaggio scontroso e tormentato al quale Tolstoj ha fornito i propri tratti. “In Anna Karenina è rappresentata – scrive Natalia Ginzburg – la colpa come ostacolo, anzi come barriera invalicabile al raggiungimento della felicità.” Tra i primi lettori il libro ebbe Dostoevskij che così ne scrisse: “Anna Karenina è un’opera d’arte assolutamente perfetta. Vi è in questo romanzo una parola umana non ancora intesa in Europa… e che pure sarebbe necessaria ai popoli d’Occidente.”

.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti