Sei qui: Home » Libri » Autori » Le 5 città letterarie da visitare in Italia
la classifica

Le 5 città letterarie da visitare in Italia

In vista del fine settimana vi proponiamo cinque città letterarie italiane, e i loro rispettivi libri, da poter visitare

È finalmente arrivato il fine settimana e con l’estate che si avvicina, visitare qualche città nuova è sempre bello. Per l’occasione abbiamo pensato di proporvi cinque città letterarie in giro per l’Italia tratte dai libri. Ecco la classifica.

Palermo – “I Leoni di Sicilia” di Stefania Auci

Capoluogo della regione Sicilia, Palermo è una città stupenda situata all’esatto centro del Mediterraneo. Le origini di questa città sono molto antiche e a testimoniarlo è il ritrovamento di alcune incisioni rupestri che probabilmente risalgono all’età paleolitica. Palermo è anche la città dove è ambientato il romanzo di Stefania Auci “I Leoni di Sicilia” che racconta le origini della famiglia Florio e del loro successo.

Firenze – “Camera con Vista” di E.M. Forster

Firenze è conosciuta in tutto il mondo come centro dell’arte italiana, sviluppata sulle due sponde dell’Arno, è una città ricca di storia. Qui nacque anche la nostra attuale lingua e Forster nel suo romanzo “Camera con vista” racconta le vicende amorose di una giovane inglese in viaggio in Italia insieme alla cugina.

I più bei borghi letterari dell'Italia

I più bei borghi letterari dell’Italia

L’Italia ha dato i natali ad alcuni noti personaggi della letteratura. Ma questi scrittori e poeti hanno tratto ispirazione da alcuni dei luoghi e borghi più belli del nostro paese

 

Venezia – “Cortesie per gli ospiti” di Ian McEwan

Città quasi fiabesca, Venezia è costituita da un insieme di centodiciotto isole unite da oltre quattrocento ponti e separate dai canali che fungono da strade, percorsi da barche e gondole. Il suo fascino sta anche nei numerosi tesori d’arte che custodisce tra chiese, palazzi e musei. Qui Ian McEwan ambienta “Cortesie per gli ospiti” dove due coppie si incontrano casualmente. Mary e Colin, turisti inglesi legati da un tranquillo rapporto, si imbattono in un personaggio inquietante, Robert e sua moglie Caroline.

Napoli – “L’amica geniale” di Elena Ferrante

La città di Napoli domina l’omonimo golfo, che si estende dalla penisola sorrentina all’area vulcanica dei Campi Flegrei ed offre una vista molto suggestiva, con l’imponente vulcano Vesuvio. Elena Ferrante ha scelto di ambientare in questa città la sua fortunatissima quadrilogia de “L’amica geniale” che racconta la vita di due amiche dall’infanzia all’età adulta.

Roma – “Il colibrì” di Sandro Veronesi

Infine, ma non meno importante, ecco Roma, la città eterna, capitale d’Italia che mostra in tutta la sua bellezza la nostra storia. Roma raccoglie la sovrapposizione di testimonianze di quasi tre millenni ed è espressione del patrimonio storico, artistico e culturale del mondo occidentale europeo. A roma il Premio Strega Veronesi ha ambientato il libro “Il colibrì”, storia di Marco Carrera la cui vita è fatta di perdite e di dolore; il suo passato sembra trascinarlo sempre più a fondo come un mulinello d’acqua. Eppure Marco Carrera non precipita: il suo è un movimento frenetico per rimanere saldo, fermo e, anzi, risalire, capace di straordinarie acrobazie esistenziali, come un colibrì.

© Riproduzione Riservata