Sequel famosi

I 5 book sequel scritti da autori diversi

Ecco 5 sequel di libri famosissimi scritti da un'autore diverso dall'originale

MILANO – Quando finisce un libro, se la storia vi ha particolarmente colpito, potreste essere particolarmente tristi. Solo la notizia di un possibile seguito può farvi felice, anche se questa deve poi passare sotto il vostro giudizio critico. Infatti, non sono pochi i casi in cui, sia in termini librari che cinematografici, ci si imbatta in libri o film molto deludenti e che addirittura finiscono per mettere in cattiva luce anche il primo capitolo della storia. Di seguito, troverete alcuni dei più belli seguiti nella storia della letteratura, ma scommettiamo che di alcuni non avrete mai sentito parlare. Li conoscete tutti? Il sito Mental Loss ci segnala 5 book sequel famosi, ma non sempre scritti dall’autore originale.

 

1)Morte a Pemberley” di  P. D. James

Ci sono tanti adattamenti e sequel del capolavoro “Orgoglio e Pregiudizio” di Jane Austen, ma quello meglio riuscito è senza dubbio “Morte a Pemberley” di PD James. La scrittrice britannica, divenuta famosa per i suoi famosi gialli, sceglie di ambientare un omicidio nella dimora di Elizabeth e Fitzwilliam Darcy, con Mr. Wickham che viene indicato come il sospettato numero uno. Cambio di genere e di prospettiva, per un libro che mostra alcuni dei personaggi più amati della letteratura inglese.

 

2) “Peter Pan e la sfida al pirata Rosso” di Geraldine McCaughrean

Lo scrittore JM Barrie lasciò i diritti di tutti i suoi lavori, compreso Peter Pan, al Great Ormond Street Hospital di Londra. Nel 2004, l’ospedale ha organizzato una vera e propria competizione per scrivere il sequel ufficiale del libro più noto dello scrittore. Vinse Geraldine McCaughrean con il suo “Peter Pan e la sfida al Pirata Rosso”, che rimane l’unico seguito ufficiale di Peter Pan. Nella storia tutti i bambini crescono (meno uno, si sa). Crescono Wendy e i suoi fratelli, crescono i Bimbi Smarriti dell’Isolachenoncè, e finiscono per diventare londinesi con vite più o meno normali…

 

3) “Ritorno a Cime Tempestosedi Nicola Thorne

Il seguito dell’unico romanzo scritto da Emily Brontë, Ritorno a Cime Tempestose di Nicola Thorne, è complesso quanto l’originale. Il romanzo inizia laddove finiva “Cime Tempestose”, cioè con il matrimonio tra Hareton Earnshaw e Catherine Linton, dopo la morte del terribile Heathcliff. A raccontare la storia è Agnes, nipote di Nelly, la governante nel romanzo originale, che ha preso il posto della zia ritiratasi dopo anni di lavoro…

 

4) “Rossella” di Alexandra Ripley

E’ il proseguimento, autorizzato dei discendenti dell’autrice, del celebre di “Via Col Vento” di Margaret Mithcell. Ritroviamo Rossella esattamente dove l’avevamo lasciata: Melania è morta, lei ha capito che ama solo Rhett, ma non è riuscita ad impedire che quest’ultimo se ne andasse.

 

5) Il ritorno del padrino” di Mark Weingardner

Nel 2004 Mark Weingardner ha scritto “Il ritorno del padrino”, che riprende la storia esattamente da dove si interrompe il primo libro e ha come sfondo gli eventi del film “Il padrino: Parte II”. Due anni dopo, Weingardner è tornato con “La vendetta del Padrino”. È il 1955. Michael Corleone ha ottenuto una sanguinosa vittoria nella guerra scoppiata tra le famiglie di New York. Ora vuole consolidare il suo potere, salvare il suo matrimonio e mettere la propria famiglia in affari puliti. Per riuscirci deve ancora fronteggiare il suo nemico più pericoloso: Nick Geraci, un ex pugile che si è fatto strada nella malavita come picchiatore al servizio dei Corleone.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti