4 libri per conoscere la Strage di piazza della Loggia

Il 28 maggio 1974 in Piazza della Loggia a Brescia scoppiò una bomba: si trattò di un attacco terroristico. Ecco 4 libri per conoscere questa strage
4 libri per conoscere la Strage di Piazza della Loggia

MILANO – Il 28 maggio 1974 una manifestazione contro il terrorismo fascista in piazza della Loggia a Brescia viene improvvisamente interrotta dallo scoppio di una bomba. Si tratta di un attacco terroristico di colore nero e siamo nei famigerati anni di piombo, costellati da attacchi terroristici di destra e di sinistra, considerando oltre alla Strage di piazza della Loggia, la Strage di piazza Fontana a Milano, la Strage del treno Italicus e la Strage di Bologna. Oltre ai 102 feriti, 8 sono state le vittime, di cui 5 attivi nella Cgil: 5 erano insegnanti, due operai, e un ex partigiano.
Per conoscere e approfondire questo capitolo cupo della nostra storia, vi consigliamo 4 interessanti libri.

Una specie di vento, Marco Archetti

Marco Archetti, scrittore bresciano, con l’aiuto di documenti storici e testimonianze di prima mano, compone un romanzo toccante e prezioso che ridà vita alle otto vittime della strage. Le fa affiorare dal buio ed entrare in scena come in un film. I caduti della strage non vengono rappresentati come eroi, ma come persone “normali” che avevano una vita al di fuori da questa terribile vicenda. Non sono né santi né eroi. Ed è questa la forza del libro.

Una stella incoronata di buio: storia di una strage impunita, Benedetta Tobagi

È la storia di Manlio e Livia, rispettivamente un operaio e un insegnante, due innamorati che leggono, studiano, discutono di politica, viaggiano e lottano: la mattina del 28 maggio 1974 sono lì in Piazza della Loggia a manifestare insieme ad altri insegnanti e operai. Quando però la bomba scoppia, Manlio sopravvive, mentre Livia invece muore. Insieme a lei perdono la vita due loro amici e altre cinque persone. Manlio incomincia dunque una fase di vita tra tribunali, aspettando una giustizia che non è mai arrivata, inseguendo la verità che non è mai completa. Benetta Tobagi, la figlia di Walter Tobagi, decide di sedersi accanto a Manlio, per provare a raccontare la sua storia e quella di chi h avissuto quell’intensa stagione di lotte politiche e di risate, tra bombe e sotterranei tentativi di golpe.

Anni di piombo e di tritolo, Gianni Oliva

In un racconto articolato e drammatico, Gianni Oliva ripercorre i fatti di quegli anni. E ricostruisce l’Italia dei due decenni precedenti, un paese a due velocità, stretto tra le aperture della Costituzione e le rigidità del Codice Rocco: da un lato conservatrice e retrograda (nel 1954 condanna al carcere la «Dama Bianca» di Fausto Coppi per adulterio), dall’altro paese del miracolo economico, che si sposta con la Vespa o la Seicento, compra il frigorifero e il televisore e rimescola le sue culture con milioni di lavoratori trasferiti dal Meridione al Nord. Un convulso processo di modernizzazione che avrebbe avuto bisogno di essere governato dalla politica attraverso riforme profonde, capaci di disegnare un nuovo patto sociale. Ma è proprio ciò che in Italia non c’è stato, con il risultato di divaricazioni sempre più nette: il terremoto dei movimenti di piazza ha alimentato nella destra radicale i timori di una deriva comunista, e nella sinistra extraparlamentare l’illusione di una rivoluzione imminente. Lo Stato alla fine ha vinto la guerra, ma solo dopo aver perso (per colpa) troppe battaglie.

Piazza della Loggia, Francesco Barilli e Matteo Fenoglio

È la ricostruzione della manifestazione antifascista che è stata interrotta tragicamente dallo scoppio della bomba, di cui rimasero vittime 8 vittime e più di 100 ferite. Il 20 giugno 2017, dopo una lunga vicenda processuale, la Cassazione condanna all’ergastolo Carlo Maria Maggi, capo di Ordine Nuovo in Veneto, e Maurizio Tramonte, la cosiddetta fonte “Tritone” dei servizi segreti, ristabilendo la verità storica e giuridica sulla strage, e più in generale sulla strategia della tensione che ha insanguinato l’Italia dal 1969 al 1974. Questo volume comprende e aggiunge informazioni funzionali all’intera vicenda, dando una  ricostruzione completa dell’intera vicenda, dal contesto storico agli sviluppi processuali, in cui sono emerse le ambigue connessioni fra la destra eversiva e gli apparati di sicurezza dello Stato.

© Riproduzione Riservata