10 problemi che tutti gli amanti dei libri affrontano in estate

Cosa c'è di più rilassante che leggere un bel libro in riva al mare? Non sempre la location aiuta... Ecco 10 problemi a cui deve far fronte un lettore in estate
10 problemi che tutti gli amanti dei libri affrontano in estate

MILANO – Cosa c’è di più rilassante che leggere un bel libro in riva al mare, con il sole che ambra la nostra pelle e il suono delle onde che accompagna la nostra fantasia sulle pagine di qualche avventura? O sfogliare le pagine di una guida turistica sdraiati all’ombra di un albero in un verde parco durante una pausa di una frenetica città in attesa delle vacanze? Ma questa è spesso un cartolina stampata nella mente di chi ama leggere, a volte un po’ distante dalla realtà poiché non sempre la location aiuta. In un articolo di Bustle.com vengono infatti presentati i 10 problemi più comuni a cui deve far fronte un lettore durante la stagione estiva.

 

  1. GLI INSETTI

A chi non è capitato di dover rinunciare alla soffice erba di un prato accarezzata dalla brezza estiva a causa di fastidiosi animaletti che ronzano e camminano sul nostro corpo a loro piacimento?

 

  1. SCOTTARSI NONOSTANTE LA CREMA SOLARE

Non importa quanto sia alta la protezione che si indossa o quante volte la si riutilizzi, ci sarà sempre un capitolo tanto intenso che ci farà restare immobili e incantati sotto al sole

più del dovuto.

 

  1. ABBROZATURA STRAVAGANTE

L’abbronzatura da lettore è spesso ridicola quanto quella da muratore, soprattutto se il soggetto in questione tende a leggere in posizione distesa.

 

  1. LITIGARE CON IL SOLE

Spesso infatti il sole sembra architettare la direzione dei suoi raggi per infastidire chi, leggendo all’aperto, ha trovato il giusto stratagemma per farsi ombra con il libro.

 

  1. VOLER LEGGERE AL CHIUSO, MA VOLENDO CONTEMPORANEAMENTE GODERSI IL SOLE

Segni di bipolarismo sono molto comuni in tutte quelle persone che vorrebbero rinchiudersi in casa per non affrontare i problemi sopracitati, ma che allo stesso tempo amano troppo il tepore del sole e il profumo dell’estate e sono quindi alla continua ricerca di un luogo ottimale per leggere in tranquillità.

 

  1. CHIUSURA DI SCUOLE E ASILI

Bambini che affollano le librerie, i parchi e le spiagge con i loro schiamazzi e – se all’aperto- con pericolosi giochi acquatici, distruggendo l’ideale di pace e quiete dei pomeriggi estivi.

 

  1. SABBIA, ACQUA E MACCHIE DI GHIACCIOLO SUI LIBRI

Succede sempre e comunque, anche al lettore più preciso e meticoloso, ma i libri che scegliamo di leggere in estate si troveranno spesso coperti di sabbia, accidentalmente bagnati da schizzi involontari e macchiati da qualche goccia del più rinfrescante ghiacciolo.

 

  1. IL PESO DELLA CULTURA

Lo spazio della valigia riservato ai libri è sempre troppo piccolo e – se si è amanti del cartaceo – il vostro bagaglio risulterà notevolmente appesantito, specialmente per chi è dedito al campeggio.

 

  1. BATTERIE POTENTI, MA NON TROPPO

Potrete tenere in carica il vostro E-book tutta la notte, ma la batteria si esaurirà sempre nel momento cruciale del racconto e quando non ci saranno prese di corrente a disposizione per poterlo ricaricare.

 

  1. ANTIZANZARE E CREMA SOLARE

I libri estivi si riconoscono sempre tra gli altri. Sfogliandoli, anche mesi dopo l’estate, avranno sempre fra le pagine odore di spray antizanzare e/o crema solare.

 

 

Alice Turiani

 

© Riproduzione Riservata