Sei qui: Home » Istruzione » Test di medicina 2021, cosa occorre sapere
test di medicina

Test di medicina 2021, cosa occorre sapere

Oggi 3 settembre 2021 alle 13 iniziano i Test di medicina per 70 mila aspiranti medici. Ecco cosa sapere, come funziona il test ai tempi del Covid-19 tratto dal sito AlphaTest.

Oggi 3 settembre 2021 alle 13 iniziano i Test di medicina: 70 mila aspiranti medici si contenderanno 15 mila posti nelle università italiane. Per la precisione, ci sono 77.376 studenti per 15.273 posti a bando, di cui 14.020 per Medicina e Chirurgia e 1.253 sono per Odontoiatria. Rispetto allo scorso anno, quando furono 78.085 i candidati a frequentare Medicina o Odontoiatria presso le università statali, sono diminuiti del – 0,9%. 

Test di medicina 2021, cosa occorre sapere

Ecco cosa sapere, come funziona il test ai tempi del Covid-19 tratto dal sito AlphaTest.

La prova

Il test di medicina, della durata di 100 minuti, avrà inizio alle ore 13.00 e terminerà alle ore 14.40 su tutto il territorio nazionale. Gli studenti dovranno rispondere ad un set di sessanta domande a risposta multipla che spazia da quesiti (12) di cultura generale, di logica (10), biologia (18), chimica (12) e fisica e matematica (8).

Test di medicina: cosa portare

Ci sono alcune cose che sicuramente vi chiederanno il giorno del test:

  • un documento di identità valido. Può essere il passaporto o la carta di identità. Attenzione, per quanto sia un documento di identità, in passato ci sono stati casi in cui la patente di guida non è stata accettata dalle commissioni. Informatevi prima rileggendo il bando di concorso ed eventualmente chiamando in segreteria. Controllate che il vostro documento non scada a breve e, nel caso, rinnovatelo il prima possibile oppure usatene un alto.
  • Il Green Pass: è valido dal 15° giorno dopo la prima dose di vaccino, con entrambe le dosi di vaccino, oppure dimostrando la guarigione dal virus avvenuto non oltre i sei mesi precedenti al test. In assenza di vaccinazione, è possibile ricevere un green pass temporaneo effettuando un tampone molecolare o antigenico con risultato negativo nelle 48 ore prima del test. Per info: www.dgc.gov.it
  • La ricevuta di iscrizione al test di Universitaly.it (scaricabile accedendo alla propria area riservata). È possibile che l’università in cui sostenete il test vi chieda di stampare anche una ricevuta di avvenuta iscrizione al test sul loro sito: nel caso trovate indicazioni più precise sul bando di concorso della vostra università.
  • La ricevuta di pagamento di iscrizione al test. Si tratta dell’originale della ricevuta di pagamento (MAV, bollettino postale o carta di credito, in base alle soluzioni offerte dal vostro ateneo) che potreste dover esibire il giorno del test di Medicina. Se avete pagato con carta di credito, è possibile che non sia necessario esibire la ricevuta, ma anche qui a chiarire ogni dubbio resta sempre lui: il bando di concorso della vostra università.
  • Mascherina (e gel igienizzante): neanche quest’anno potete dimenticare i dispositivi di protezione individuale che dovrete usare secondo le indicazioni del vostro ateneo. Per quanto riguarda la mascherina, è sicuramente una buona idea portarne un paio di ricambio, per ogni evenienza, e avere con voi sia il tipo chirurgico sia il tipo FFP2.
  • Tessera sanitaria.
  • Orologio analogico, con lancette (tutti gli altri non sono permessi).
  • Bottiglietta d’acqua da 500 ml; non sarà invece consentito consumare cibo.

Cosa non portare in aula

Per il test di medicina 2021, è possibile portare con se ma non in aula:

  • Calcolatrici, palmari, smartphone, auricolari o altra strumentazione similare. Questi oggetti andranno consegnati alla commissione prima di entrare in aula e potrete ritirarli solo al termine del test. Attenzione anche agli orologi digitali: gli smartwatch non sono consentiti. Non rinunciate, però, al buon vecchio orologio analogico, indispensabile per tenere traccia del tempo che passa durante la prova.
  • Testi scolastici, appunti manoscritti e materiale di consultazione. Sappiamo bene che, anche prima di entrare in aula, utilizzate fino all’ultimo secondo per ripassare. Ricordatevi però di consegnare lo zaino con i libri e tutto ciò che vi siete portati da ripassare prima di entrare in aula. Svuotatevi bene le tasche mentre aspettate il vostro turno: liberatevi di foglietti che potrebbero restarvi involontariamente addosso e di qualsiasi cosa che potrebbe diventare motivo di squalificazione.
  • Ansia, agitazione e panico. È normale essere emozionati in un giorno così importante, ma non fatevi bloccare dalla paura di non farcela: affidatevi alla vostra preparazione e date il massimo. In bocca al lupo da tutti noi!
© Riproduzione Riservata