Scuola

Scuola, presidi: “Distanziamento non obbligatorio? Tanto rumore per nulla”

Secondo il nuovo rapporto del CTS, il distanziamento di un metro a scuola, al rientro a settembre, potrebbe anche non essere mantenuto per qualche mese, in attesa dei nuovi banchi
distanziamento-scuola

“Pensavamo di vivere in una tragedia, e invece era una commedia: Tanto rumore per nulla di William Shakespeare!”. Lo afferma Antonello Giannelli, Presidente dell’ANP, commentando il nuovo parere reso dal CTS. Secondo il CTS, infatti, il distanziamento di un metro a scuola, al rientro a settembre, potrebbe anche non essere mantenuto per qualche mese, in attesa dei nuovi banchi, purché si faccia uso della mascherina chirurgica.

La reazione dei dirigenti scolastici

“Abbiamo sempre rispettato i pareri delle autorità sanitarie e continueremo a farlo” prosegue Giannelli “ma non comprendiamo perché non si sia fatta chiarezza prima su questo aspetto fondamentale. I dirigenti scolastici non hanno preso un solo giorno di ferie per lavorare febbrilmente, con granitico senso del dovere, affinché gli alunni potessero essere distanziati come previsto. I colleghi hanno risposto a innumerevoli monitoraggi ministeriali per comunicare più volte tutti i dati relativi alle classi, alle aule, ai corridoi, alle palestre, ai cortili, agli edifici. E tutto questo perché? Perché siamo stati seri e responsabili, ben più di quanto fosse evidentemente necessario”. “A questo punto – conclude il Presidente dell’ANP – invito tutti i colleghi a comunicare immediatamente ai rispettivi uffici scolastici la loro messa in ferie. Perché le hanno meritate come non mai e perché ne hanno bisogno dopo una estate di lavoro frenetico che sembrava tragica e invece era solo comica”.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti