Ritorno a scuola

Ritorno a scuola, Azzolina: “Classi alterne solo per i più grandi”

Il ritorno a scuola con classi dimezzate e presenze alternate riguarderebbe soltanto gli adolescenti, una fascia di età che non metterebbe in difficoltà le famiglie
Ritorno a scuola, Azzolina: "Classi alterne solo per i più grandi"

Il ritorno a scuola con classi dimezzate e presenze alternate è “un’ ipotesi che riguarda i ragazzi più grandi, una fascia di età che non metterebbe in difficoltà le famiglie”. Lo ha dichiarato la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina in un’intervista al Fatto Quotidiano.

Accelerazione su digitale ed edilizia

L’ idea di alternare il ritorno a scuola degli alunni riguarderebbe così soltanto gli adolescenti, al fine di non mettere in difficoltà le famiglie. L’intervista è stata anche l’occasione per tornare sulla didattica a distanza e sugli investimenti tecnologici in ambito scolastico. “Abbiamo già investito 165 milioni di euro per la didattica a distanza, ora stiamo facendo una ricognizione per capire dove intervenire ancora. In 2 mesi abbiamo accelerato su digitale ed edilizia.”

Ritorno a scuola per i più piccoli

Secondo Lucia Azzolina per i più piccoli “dovremo immaginare altri spazi oltre quelli tradizionali: la scuola potrà aprirsi al territorio. Sfruttare parchi, ville, teatri, spazi di associazioni e realtà che collaborano già con le scuole.” Secondo la ministra ciò non significherà perdere di vista gli obiettivi educativi, ma “andare oltre il perimetro degli edifici e immaginare una scuola nuova.”

© Riproduzione Riservata
Commenti