Sei qui: Home » Istruzione » Scuola » Giornata mondiale degli insegnanti, in Italia un docente su due si sente sottovalutato
Scuola ed insegnamento

Giornata mondiale degli insegnanti, in Italia un docente su due si sente sottovalutato

Il 5 ottobre si celebrano l'insegnamento e gli insegnanti, ma è anche l'occasione di parlare di questa professione. Uno studio dichiara che un insegnante su due non si ritiene soddisfatto.

MILANO – Oggi, 5 ottobre, si festeggiano tutti gli insegnanti del mondo e, per questa occasione, ProntoPro.it ha chiesto ad un panel di 1.000 insegnanti come si sentono riguardo alla loro professione.

I RISULTATI – Secondo lo studio condotto dal sito, più di un insegnante su due, per l’esattezza il 51%, è dell’opinione che la sua professione sia sottovalutato e non opportunamente stimata a livello sociale. I dati riportati da ProntoPro.it, mostrano che sono sopratutto gli uomini sono più insoddisfatti (59,4% ) delle donne (44,4% del totale) ed questo malessere si sente sopratutto nel Centro Italia (54,5%).

LA GIORNATA MONDIALE DEGLI INSEGNANTI – Al tema dell’insegnamento e alla professione dell’insegnante l’UNESCO ha deciso di dedicare questa giornata proprio perché è importante aiutare gli insegnanti a migliorare la loro condizione. Quindi approfittiamone di questa occasione per valorizzare e celebrare una figura professionale così importante e non dimentichiamoci di farlo anche tutti gli altri giorni dell’anno, perché, come diceva Clifford Stoll:”Se davvero si vuole conoscere il futuro, non chiedete un tecnico, a uno scienziato o a un fisico. No! E non chiedete neppure a qualcuno che sta scrivendo il codice software. Se volete sapere ciò che sarà la società tra 20 anni, chiedete a una maestra di scuola”.

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata