Per combattere l'ansia da esame

Esame di maturità, ecco i rimedi giusti consigliati dagli esperti per vincere l’ansia

''Ho paura di impappinarmi'', ''è troppo difficile'', ''speriamo in meglio''. Sono alcuni dei pensieri che ronzano nella testa dei maturandi italiani a pochi giorni dal temutissimo esame di maturità

Preoccupazione e nervosismo sono i sentimenti prevalenti. Dagli esperti arrivano le regole pratiche su come prepararsi al meglio dal punti di vista alimentare e psicologico

MILANO – ”Ho paura di impappinarmi”, ”è troppo difficile”, ”speriamo in meglio”. Sono alcuni dei pensieri che ronzano nella testa dei maturandi italiani a pochi giorni dal temutissimo esame di maturità. Non solo una prova scolastica, ma anche, e soprattutto, una grande prova di vita. Superato l’esame, si entra nel mondo, quello vero: alcuni si affacciano al mondo del lavoro, altri a quello universitario. Arrivare, quindi, all’esame di maturità con un po’ d’ansia, anche se si è perfettamente preparati, è normale. Dagli esperti, però, arrivano dei consigli per farsi trovare pronti a questo momento, sia mentalmente che fisicamente. Qui, vi avevamo già consigliato i 10 libri da leggere per arrivare preparati alla maturità.

LE MOTIVAZIONI DELL’ANSIA – I motivi che provocano l’ansia nei ragazzi sono i più svariati. Secondo degli studi effettuati, c’è chi ritiene di essere in ritardo perché si è impegnato poco durante l’anno (36%); chi ha già la testa alle vacanze (23%); e chi fa i conti con una buona dose di insicurezza personale (28%).

I RIMEDI – Gli esperti consigliano sana alimentazione (62%), corretta idratazione (69%) e sano svago mentale (39%) come riempirsi le giornate e le ore precedenti per non pensarci, guardare film d’avventura e fare attività fisica in gruppo. Assolutamente sconsigliato l’abuso di sostanze stimolanti come la caffeina e taurina (53%) e avere un approccio pessimista a priori (63%).

COSA RAPPRESENTA LA MATURITA’ – Per un ragazzo su 2  (49%) è il primo impegno della vita, per altri è solo l’ultimo ostacolo prima della fine della scuola (28%). Con quale atteggiamento si approcciano gli studenti agli esami? I sentimenti maggiori provati dagli studenti in questo periodo sono ansia (42%) e preoccupazione (31%). “Ho paura di impappinarmi”, “E’ troppo difficile”, “Speriamo in meglio”, sono alcune delle affermazioni più ricorrenti da parte degli studenti. Il 18% si dichiara relativamente sereno, mentre solo il 16% si sente tranquillo.

I PROBLEMI PRINCIPALI – Ben 4 ragazzi su 10 (39%) confessano di fare fatica a trovare la giusta concentrazione, altri ritengono di essere in sovraccarico nervoso (23%) o ammettono di avere poca memoria (18%). Da cosa dipendono? Sui vari forum e social network, gli studenti ammettono che i principali problemi e distrazioni dipendono dalla testa già in spiaggia (23%), e sono imputati alla consapevolezza di un mancato impegno nel corso dell’anno (36%), e in parte all’insicurezza personale (28%).

PER PREPARARSI AL MEGLIO – L’aspetto nutrizionale risulta fondamentale: secondo gli esperti sono imprescindibili una corretta idratazione (72%) ed una sana alimentazione (65%). Nutrizionisti e psicologi sono concordi nell’affermare che una corretta idratazione aiuta a mantenere alta la concentrazione (37%), stimola le facoltà cognitive (30%), Aiuta il reintegro delle sostanze che si vengono a perdere con il caldo e lo sforzo (24%).

NOTTE PRIMA DEGLI ESAMIAndare a dormire presto (34%) risulta essere il consiglio più gettonato da parte di nutrizionisti e psicologi. Seguono il distrarsi, uscendo con gli amici per ritrovare un po’ di tranquillità (28%), mentre in numero inferiore coloro che consigliano un’ultima ripassata prima di andare a letto (9%). E tra le cose da non fare la maggioranza degli esperti consiglia vivamente di evitare pessimismo e pensieri negativi (76%), di non esagerare con sostanze stimolanti come caffeina/taurina (61%), e passare troppo tempo sovraccaricandosi con lo studio.

LO STUDIO DI SAN PELLEGRNI CAMPUS – Da uno studio del Sanpellegrino Campus , condotto con metodologia WOA (Web Opinion Analisys) su circa 1100 studenti alle prese con la maturità attraverso un monitoraggio online sui principali social network, forum e community dedicate per capire quali sono le loro preoccupazione e su 40 esperti tra psichiatri, psicologi e nutrizionisti,  che spiegano come prepararsi al meglio in vista degli esami.

13 giugno 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti