Sei qui: Home » Istruzione » Scuola, cosa cambierà con il nuovo Dpcm nelle diverse regioni
il dibattito

Scuola, cosa cambierà con il nuovo Dpcm nelle diverse regioni

Scuole chiuse nelle regioni arancioni? Si decide oggi. Intanto il ministro dell’Istruzione dichiara: se si decide di chiudere le scuole zona arancione, fermiamo anche i negozi

Scuole chiuse anche nelle regioni arancioni? “Se vogliamo chiudere le scuole in arancione, allora voglio vedere chiusi anche i centri commerciali. Non è pensabile non far andare i ragazzi in aula e vederli poi assembrati fuori.” Queste le parole trapelate del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, il quale si è opposto alla chiusura delle scuole in zona arancione. Il governo Draghi è chiamato oggi a pronunciarsi proprio sull’eventuale chiusura delle scuole anche nelle regioni in zona arancione.

La decisione del comitato scientifico

Il coordinatore del Cts Agostino Miozzo ieri ha ufficializzato che dalla settimana prossima le scuole saranno chiuse nelle zone rosse e cioè nelle regioni ad alto rischio e anche nelle Province o nei Comuni che pur essendo in Regione arancione o gialla hanno i parametri da zona rossa. Saranno chiuse tutte le scuole, anche quelle dei più piccoli, materne e primarie oltre ovviamente le medie e le superiori. La chiusura delle scuole riguarda aree dove il contagio è fuori controllo come l’Umbria, la Basilicata, il Molise, la provincia di Brescia a quella di Pescara.

Scuole chiuse nelle regioni arancioni?

Prima della firma del nuovo Dpcm che entrerà in vigore da sabato, c’è bisogno di un ulteriore approfondimento per stabilire come potranno e dovranno avvenire le chiusure. Oggi è atteso il confronto con i presidenti di regione. Da decidere se i diversi territori potranno agire in autonomia oppure se dovranno sottostare ad una regolamentazione nazionale. “Viviamo un momento difficile, il virus sta riprendendo quota per colpa delle varianti che toccano anche i nostri bambini – commentava il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi, intervenuto ieri mattina parlando con studenti dell’Università di Parma- con l’aiuto di tutti porteremo il Paese oltre questa emergenza”.

© Riproduzione Riservata