Sei qui: Home » Intrattenimento » Wu Lien-teh, oggi Google dedica il Doodle all’inventore della mascherina
Doodle Google

Wu Lien-teh, oggi Google dedica il Doodle all’inventore della mascherina

Wu Lien-teh è il protagonista del Doodle di Google: lui, 142 anni fa, inventò la mascherina che ci protegge dai virus.

Wu Lien-teh è il protagonista del Doodle di Google: lui, 142 anni fa, inventò la mascherina chirurgica utilizzata per proteggerci dai virus a trasmissione aerea. Un anno fa eravamo a caccia di questo oggetto nelle farmacie a causa del Coronavirus. Scopriamo la sua storia.

Wu Lien-teh, l’inventore delle mascherine

Wu Lien-teh, medico malese, nacque il 10 marzo del 1879 a Penang, in Malaysia. Studiò medicina all’Università di Cambridge, in Inghilterra e iniziò, da lì, a lavorare in Europa. Si trasferì poi in Cina e nel 1908 fu nominato vice-direttore della scuola militare di medicina dell’Impero Cinese. In quegli anni, in Manciuria, stava nascendo una misteriosa malattia e Wu Lien-teh fu inviato lì per studiarla. Questa malattia si rivelò essere una peste polmonare che uccise 60mila persone. Da questa tragica esperienza, il medico malese, ideò un semplice oggetto come la mascherina, per proteggere naso e bocca. Nel 1935 divenne la prima persona malese a essere candidata per il premio Nobel per la Medicina.

I neologismi più utilizzati nati dall'inizio della pandemia

I neologismi più utilizzati nati dall’inizio della pandemia

Dopo un anno di lockdown gli esperti di lingue di Babbel hanno raccolto alcuni tra i neologismi legati alla pandemia più particolari creati per descrivere l’attuale contesto storico

Google e l’attualità

La cosa bella da vedere, di prima mattina, è come Google dedichi le sue “illustrazioni” nello homepage, ai nomi che hanno fatto la storia… Anche se meno conosciuti. È compito del web, infatti, far conoscere le storie e le esperienze di chi ha dato un contributo fondamentale alla nostra contemporaneità. Pensiamo a Wu Lien-teh, un nome sconosciuto ai più, che diviene però protagonista assoluto nel 2020. La sua storia, che rimane spesso taciuta, deve essere celebrata e ricordata, come simbolo di coraggio e dedizione al proprio lavoro. Un uomo che ha affrontato gli anni più difficili dell’Oriente, che ha combattuto con la povertà e con la malattia e che, con una semplice mascherina, ha protetto (e protegge ancora oggi), milioni di persone dalle malattie. Perciò grazie a Google, oggi, possiamo conoscere meglio un uomo che ci ha cambiato la vita. 

 

 

© Riproduzione Riservata