Sei qui: Home » Intrattenimento » “Una mamma per amica”, la serie tv sul rapporto madre-figlia
Serie tv per la festa della mamma

“Una mamma per amica”, la serie tv sul rapporto madre-figlia

Per la festa della mamma vogliamo ricordare una delle serie tv più famose sul rapporto madre-figlia: "Una mamma per amica".

La festa della mamma si sta avvicinando e per questo noi vogliamo parlarvi di una delle serie Tv più famose di sempre: Una mamma per amica. Ben 157 episodi suddivisi in otto stagioni che trovate su Netflix. 
Una
mamma per amica (Gilmore Girls) è una serie televisiva statunitense ideata da Amy Sherman-Palladino, con protagoniste Lauren Graham e Alexis Bledel. Le prime sette furono trasmesse tra il 2000 e il 2007. Oggi rappresenta ancora una delle migliori serie tv sul mondo delle donne e sul rapporto tra madre e figlia.

La storia 

Ambientata nell’immaginaria cittadina di Stars Hollow,  racconta le vicende di Lorelai e Rory Gilmore, madre e figlia unite da un legame molto profondo. Ha ricevuto consensi per i suoi dialoghi, sempre originali, brillanti e mai banali, e per i temi trattati  come le relazioni familiari, l’amicizia, l’amore, il passaggio dall’adolescenza all’età adulta, la distanza generazionale.

 Ovviamente anche le eccellenti interpretazioni del cast, hanno fatto meritare a questa serie diversi premi e nomination, venendo inserita nella lista dei 100 migliori telefilm della rivista Time nel 2007. 
Le incredibili donne di Gilmore Girls sono tutti personaggi molto diversi ma con una caratteristica in comune, sempre: non si accontentano mai. Anche i rapporti tra loro, madri, figlie, amiche, sono tesi al raggiungimento dei sogni di ognuno. Un bellissimo messaggio, quello che hanno trasmesso in tanti anni di show, che ci fa molto riflettere sul ruolo dei nostri parenti e amici. 

Una serie tv dai mille insegnamenti 

Quando si finisce di vedere una serie tv come questa, ci si sente ricchi di nuovi spunti di riflessioni e insegnamenti. Questo perché tutti i personaggi incarnano grandissimi insegnamenti e valori. Le protagoniste assolute di questa serie tv sono la madre Lorelai insieme alla sua indipendenza. A 16 anni, Lorelai ha lasciato tutto ciò che possedeva, tutti i benefici che potevano derivare dall’essere una Gilmore, per crescere Rory da sola.

Inizia a lavorare in una locanda locale come cameriera e alla fine ne diventa la direttrice. Prende lezioni serali per conto suo mentre lavora a tempo pieno, e consegue una laurea in economia. Con la sua migliore amica, Sookie, alla fine diventa co-proprietaria di una nuova locanda.

Questo vale anche per le relazioni in cui Roy si imbatte. Gli uomini con cui esce Roy sono solo “note a piè di pagina” di una storia più grande. Perché in  “Una mamma per amica” l’obiettivo delle donne non è quello di trovare l’anima gemella, bensì di essere indipendenti e sicure di loro stesse. E, alla fine di tutto, Rory è single, non vuole lasciare che nessuna relazione la definisca o la trattenga, ed mantiene al 100% il  controllo del suo destino.

Un inno alla femminilità 

“Una mamma per amica” è una serie tv che ci ricorda una cosa fondamentale: bisogna celebrare le donne straordinarie della nostra vita vita.  

Ci congratuliamo sempre con le nostre amiche quando si fidanzano o annunciano di avere un bambino, ma che dire delle donne che superano il primo colloquio di lavoro, vengono accettate nel corso universitario dei loro sogni, ottengono la promozione, passano l’esame di guida, rompono con il fidanzato tossico, iniziano a fare volontariato in un rifugio locale o si battono per qualcosa che le appassiona? Esattamente. 

È ora di iniziare a celebrare tutte le cose incredibili che le donne fanno, piuttosto che concentrarsi sulle cose che rientrano in quella narrazione antiquata di ‘amore, matrimonio, carrozzina’. Guardate l’eccitazione di Lorelai per la figlia che frequenta Yale; va in giro a raccontarlo a tutti. E diciamolo a tutti sul serio quando diciamo “tutti”. Più parliamo della forza delle donne, meglio è. 

Le nostre mamme sono speciali

In una parte molto importante della serie tv, Roy ha detto:

“Mia madre non mi ha mai dato l’idea che non potessi fare quello che volevo fare o essere chiunque volessi essere. Ha riempito la nostra casa di amore, divertimento, libri e musica, instancabile nei suoi sforzi per darmi modelli di riferimento, da Jane Austen a Eudora Welty a Patti Smith. Mentre mi guidava attraverso questi incredibili diciotto anni, non so se si è mai resa conto che la persona che più volevo essere era lei… Grazie, mamma. Sei il mio punto di riferimento per tutto”.

Lorelai e Rory ci ricordano che le nostre mamme possono davvero essere le nostre migliori amiche, le più grandi campionesse, tutor, allieve, compagne di malefatte, alleate… e, a volte, nemiche. Ricordate quando Rory si è trasferita nella casetta della piscina da Emily e Richard e si è rifiutata di parlare con sua madre? E’ stato orribile, una rottura davvero piena di dolore, anche per noi spettatori.

Quando finalmente hanno fatto pace, ci siamo rallegrati, ma non potevamo fare a meno di sentirci male per tutto il tempo che avevano perso insieme. Perché guardare loro due sullo schermo ci fa solo desiderare di passare più tempo  con la nostra cara mamma.

Chiamatela subito, fissate una data in agenda e uscite insieme il prima possibile. Abbiamo una sola mamma, dobbiamo viverla il più possibile.

 

 

Stella Grillo

 

 

 

 

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata