Sei qui: Home » Intrattenimento » “The Italian Gringo”, Lidl celebra gli spaghetti western e la cultura italiana
l'iniziativa

“The Italian Gringo”, Lidl celebra gli spaghetti western e la cultura italiana

Con questa linea in edizione limitata l’azienda ha reso omaggio all'Italia rivisitando in chiave moderna uno dei generi più appassionanti del cinema italiano: gli spaghetti western

Un omaggio al cinema d’autore italiano, in particolare agli spaghetti western, e alla cultura e cucina italiana. E’ questa “The Italian Gringo”, la nuova linea lanciata da Lidl Italia. Oltre 40 referenze tra prodotti secchi e freschi, articoli per la casa e non solo, con un minimo comun denominatore: l’interpretazione brillante e inedita dell’universo di cow-boy e indiani, ambientato tra ranch, saloon e grandi praterie, in pieno stile Sergio Leone.

The Italian Gringo

Il nome della linea trae origine proprio dal classico spaghetti western “Adiós gringo” un film del 1965 con Giuliano Gemma e diretto da Giorgio Stegani. Con questa linea l’azienda ha ideato e sviluppato una gamma rivisitando in chiave moderna uno dei generi più appassionanti del cinema italiano. Lidl Italia ha realizzato una selezione interamente Made in Italy che coniuga qualità e creatività. Packaging accattivante, nomi originali e forme sfiziose sono capaci di immergere i clienti nei sapori e nelle avvincenti avventure Western. Tra i prodotti della linea troviamo “Calamity chicken”, una pizza alla pala con sfilacci di pollo, pomodoro e cipolla. “Le stelle dello sceriffo”, tomini a forma di distintivo. “I frutti del deserto”, ravioli alle fibre con ripieno di pancetta, peperoni e fagioli. The Italian Gringo vuole essere così un omaggio al cinema italiano d’autore, già celebrato da registi internazionali come Quentin Tarantino, e alla cultura culinaria italiana.

Gli spaghetti western

Gli spaghetti western, o anche western all’italiana, è un genere di film ambientati nel vecchio west di produzione italiana realizzati negli anni Sessanta e Settanta. Protagonisti erano attori di valore ancora agli albori della loro carriera e che successivamente sarebbero divenute star internazionali. Uno su tutti: Clint Eastwood. Grazie a questo prolifico filone, il western conobbe una rinnovata popolarità in Italia dopo un periodo di decadenza.

Il genere si andò sempre più imponendo presso il grande pubblico, soprattutto grazie a quello che fu il massimo esponente e maestro indiscusso del genere: il regista Sergio Leone. Fin dai suoi primi lungometraggi, il regista italiano si guadagnò la stima e il rispetto dei propri colleghi statunitensi grazie a film come ” Per un pugno di dollari “, “Il buono, il brutto, il cattivo”, “C’era una volta il west”. Questo genere di western ha avuto successo anche fuori dall’Italia, influenzando successivamente anche i temi e le convenzioni del genere western di produzione non europea.

© Riproduzione Riservata