al Tieffe Menotti

Un “Doppio Sogno” contemporaneo in scena a Milano

Al Menotti dal 14 al 17 aprile va in scena lo spettacolo tratto dal romanzo omonimo di Arthur Schnitzler
Un "Doppio Sogno" contemporaneo in scena a Milano

MILANO – Arriva finalmente a Milano, per la prima volta dal 14 al 17 aprile al Teatro Menotti, Doppio Sogno con la regia di Giancarlo Marinelli e un cast d’eccezione, tra cui Ivana Monti, Caterina Murino, Ruben Rigillo, Rosario Coppolino. Lo spettacolo è prodotto dalla Compagnia Molière con il patrocinio di Regione Veneto.

DOPPIO SOGNO – Per la prima volta in Teatro la novella traumatica che fonde in modo assai compiuto il sogno e la realtà, Freud e il romanzo d’appendice, e da cui Stanley Kubrick, con Eyes Wide Shut, ha tratto il suo ultimo capolavoro del tutto incompiuto. La parola al regista: Dopo il grande successo delle due stagioni di Elephant Man, cercavo un testo che possedesse una caratteristica; darmi la possibilità, come drammaturgo e come regista, di creare personaggi multipli per i miei attori; un testo che fosse già teatro multiplo. Dove la storia fosse tante storie; dove la verità fosse tante verità; e dove, finalmente, l’amore, la morte, il senso di colpa, il peccato e il riscatto, affiorassero prepotentemente tutti insieme. In una Vienna innevata eppure caldissima, il dottor Fridolin riceve la più imprevedibile delle confessioni dalla moglie Albertine: “Ti ricordi, l’estate scorsa, sulla spiaggia danese, quel giovane uomo? Se mi avesse chiamata, non avrei potuto oppormi. Ero pronta a sacrificare te, la nostra bambina, tutto il mio futuro”. Dall’intima confidenza di un tradimento solo fantasticato all’ossessione che dura un’interminabile notte; dopo aver viaggiato negli inferi della mente e della carne, sullo scivolo dell’alba, i due coniugi si ritrovano soli, smarriti, ma innamorati più di prima. In fondo solo questo mi interessa: raccontare, (ancora una volta), i crimini, anche solo della fantasia, che attentano ogni giorno alla felicità della coppia; dire quanto sia disperante dover amare e essere amati, facendo i conti con l’infantile terrore e la sadica eccitazione dell’abbandono; mettere in scena la follia di chi, ad un certo punto della sua vita, è convinto che il dolore che subiamo, in verità, sia la punizione meritata a quel nostro abbandonare, tradire, violare chi ha scelto di essere, per sempre, nostro. Il teatro è amare gli attori. E odiare tutto ciò che riescono ad essere al posto nostro.

LA REGIA – Giancarlo Marinelli è nato a Vicenza il 24/12/1973. È scrittore e regista. Tra i suoi romanzi ricordiamo Amore in stazione, Pigalle, Dopo l’amore (Premio Campiello 2002), Ti lascio il meglio di me (Premio Campiello 2006 e Premio Toti Dal Monte), Non vi amerò per sempre, Le penultime labbra. Tra i suoi spettacoli: L’Innocente con Ivana Monti, Debora Caprioglio; La Sposa Persiana (Biennale di Venezia 2007) con Mariano Rigillo; Elephant man con Daniele Liotti, Rosario Coppolino, Ivana Monti; Il mercante di Venezia con Giorgio Albertazzi; Doppio Sogno. Tra i suoi film: Scano boa con Franco Citti, Fractal Net (Biennale di Venezia 2011).

IL PROGETTO SOLIDALE – L’intera stagione del Teatro Menotti è dedicata ad un progetto di solidarietà a favore dell’Associazione Banco Alimentare della Lombardia “Danilo Fossati” Onlus, che effettua il recupero quotidiano delle eccedenze alimentari e la loro redistribuzione a strutture caritative convenzionate in favore delle persone bisognose della Lombardia. Con Doppio Sogno prosegue quindi il progetto “Protagonisti insieme a Banco Alimentare”; è la prima volta in Italia che un teatro organizza gesti di concreta solidarietà, invitando il proprio pubblico a donare cibo al Banco Alimentare per le famiglie più bisognose. Chi porta al Teatro Menotti giovedì 14 aprile un prodotto alimentare a lunga conservazione avrà in cambio un biglietto di ingresso a soli 5 € per lo spettacolo (80% di sconto portando prodotti a lunga conservazione in quantità e/o qualità adeguata al progetto di solidarietà).

© Riproduzione Riservata
Commenti