Musical

Sweeney Todd, il diabolico barbiere di Fleet Street sbarca per la prima volta in Italia

Dopo il grande successo a Broadway, arriva in Italia il musical Sweeney Todd per una sera dalle tinte dark

Arriva per la prima volta in Italia il musical Sweeney Todd con la regia di Claudio Insegno. Tratto dal libro Hugh Wheeler, il musical ha riscosso grande successo a Broadway con interpreti d’eccezione, come Angela Lansbury ed Emma Thompson. Ora il musical approda sulla penisola, e dopo l’esordio al Teatro Olimpico di Roma, arriva a Milano. Con tanto di orchestra dal vivo diretta da Giacomo Loprieno, la favola nera di Sweeney Todd nasce dalla penna del drammaturgo inglese George Dibdin Pitt, per diventare prima film nel 1936, poi musical e poi ancora film nel 2008 nella versione pluripremiata di Tim Burton con Johnny Depp ed Helena Boham Carter. Immersi nelle scenografie dark e suggestive di Francesco Fassone e il gioco di luci del light designer Riccardo Padovan, gli spettatori potranno calarsi nelle atmosfere noir di Sweeney Todd, che ha debuttato a Torino proprio la sera di Halloween. 

Il tour

Il tour toccherà le principali città italiane. Ecco le prime tappe:

  • 31 ottobre e 1 novembre: TORINO – Teatro Colosseo
  • dal 4 al 10 novembre: ROMA – Teatro Olimpico
  • dal 14 al 17 novembre: MILANO – Teatro Nuovo
  • dal 6 all’8 dicembre: VERONA – Teatro Nuovo
  • 31 dicembre: ASTI – Teatro Alfieri

Se non volete perdervi lo spettacolo, potete prenotare i biglietti cliccando qui.

La storia

Il barbiere Benjamin Barker viene, senza avere alcuna colpa, arrestato, condannato ed obbligato ad una vita di duro lavoro in Australia dal giudice Turpin, che brama la sua bella e virtuosa moglie, Lucy. Ritornato a Londra dopo 15 anni, fuggito dalla colonia penale, Barker adotta il nome di Sweeney Todd, tornando a vivere nel suo vecchio appartamento di Fleet Street, sopra il negozio di Miss Lovett, amorale e dissoluta proprietaria di un negozio di pasticci di carne. In seguito alla scoperta della vera identità dell’uomo, la donna, innamoratasi di lui, gli racconta mentendo, che dopo il suo arresto Turpin abusò di sua moglie Lucy che, a causa dell’umiliazione subita, decise di avvelenarsi. Il giudice a quel punto decise di adottare la figlia di Lucy e Todd, Johanna, diventandone il tutore. Apprese queste notizie Todd è accecato dall’odio e decide di riaprire la sua bottega bramando vendetta. Sulla sua strada i personaggi collaterali alla storia: il messo Beadle (fedele aiutante di Turpin), la donna mendicante (che altri non è che Lucy impazzita, ma ancora in vita), Adolfo Pirelli (barbiere rivale lavorativo di Todd), Jonas Fogg (direttore del manicomio della città), Tobias Ragg (garzone di bottega di Miss Lovett che finirà in manicomio dopo aver ucciso Todd), Anthony Hope, giovane che aiuta Todd nella sua fuga dal carcere e si innamora di Johanna.

© Riproduzione Riservata