Sei qui: Home » Intrattenimento » È morto il drammaturgo e poeta Giuliano Scabia
la scomparsa

È morto il drammaturgo e poeta Giuliano Scabia

È morto a 86 anni Giuliano Scabia. Poeta, drammaturgo e narratore, scrisse il Teatro Vagante e realizzò la scultura di cartapesta simbolo della battaglia per l'abolizione dei manicomi

Lutto nel mondo della cultura. È morto all’età di 86 anni Giuliano Scabia. Poeta, drammaturgo e narratore. Giuliano Scabia per oltre cinquant’anni ha contribuito in diversi ambiti culturali.

Chi era Giuliano Scabia

Nato a Padova nel 1935, trapiantato a Firenze, Giuliano Scabia è stato due volte vincitore del Premio Ubu. Negli anni Sessanta ha scritto i testi per le opere di Luigi Nono, è stato autore di cicli narrativi come Lorenzo e Cecilia, Commedia del poeta d’oro, con bestie, della trilogia epica-narrativa di Nane Oca. Matti, animali parlanti, poeti e lunatici: i suoi personaggi variopinti, richiamano la tradizione fantastica di Ariosto e Cervantes e le ambientazioni la sua terra d’origine, il Veneto.

Il Teatro Vagante

Con il suo Teatro Vagante ha segnato una svolta radicale nel modo di praticare il teatro. Nel 1973, all’interno del manicomio di Trieste, con Giuseppe Dell’Acqua e Vittorio Basaglia, è stato tra gli ideatori dell’opera collettiva “Marco Cavallo” realizzata con il contributo dei laboratori artistici creati all’interno dell’Ospedale Psichiatrico diretto da Franco Basaglia. Alto circa 4 metri e di colore azzurro, la scultura di cartapesta realizzata dai ricoverati del manicomio di Trieste era per il mondo esterno un simbolo visibile di quella realtà che allora si nascondeva nei manicomi.

I libri di poesia

Giuliano Scabia è stato prima di tutto un visionario e insieme un poeta sia in prosa che in poesia, come nel teatro stesso. Tra i suoi libri di poesia ricordiamo Padrone & Servo (1964); Il poeta albero (1995); Canto notturno di Nane Oca sul platano alto dei Ronchi Palù (1997); Opera della notte (2003); Il tremito. Che cos’è la poesia? (2006). Tra i suoi testi teatrali: All’improvviso & Zip (1967); Il Gorilla Quadrumàno (1974); Marco Cavallo (1976); Il Diavolo e il suo Angelo preceduto dalla Lettera a Dorothea (1982); Teatro con bosco e animali (1987); Fantastica visione (1988); L’insurrezione dei semi (2000). Scabia ha scritto anche otto romanzi: In capo al mondo (1990); Nane Oca (1992); Lorenzo e Cecilia (2000); Lettere a un lupo (2001); Le foreste sorelle. Nuove straordinarie avventure di Nane Oca (2005); Nane Oca rivelato (2009); Canti del guardare lontano (2012), L’azione perfetta (2016) e Il lato oscuro di Nane Oca (2019).

© Riproduzione Riservata