Teatro

“I due Foscari” di Verdi, dirige Riccardo Muti dalla Scala di Milano

Su Rai5 "I due Foscari" di Giuseppe Verdi, tragedia lirica in tre atti, su libretto di Francesco Maria Piave, allestimento Sesta opera di Verdi
i-due-foscari

Su Rai5 “I due Foscari” di Giuseppe Verdi, tragedia lirica in tre atti, su libretto di Francesco Maria Piave, allestimento Sesta opera di Verdi. “I due Foscari” fu rappresentata per la prima volta al Teatro Argentina di Roma nel novembre 1844. Al Teatro alla Scala la prima rappresentazione risale all’agosto 1845, andato in scena nella Stagione d’Opera del Teatro alla Scala 2002/2003.

Trama 

Atto I. Venezia, 1457: Jacopo Foscari è rientrato illegalmente a Venezia, da dove era stato ingiustamente esiliato, per avere ucciso due congiunti di Jacopo Loredano, suo accusatore. La sentenza, pronunciata dal Consiglio dei Dieci, riconferma la precedente. 

Atto II. Mentre Jacopo vuole guardare un’ultima volta la patria, la moglie Lucrezia, cui neppure il doge può dare aiuto, si appella al Consiglio; ma tutto è inutile: invano Lucrezia chiede di poter seguire con i figli il marito nell’esilio. 

Atto III. Mentre Venezia è in festa e Jacopo, che sente la morte vicina, si appresta a partire, giunge un messaggero, annunciando che il vero colpevole ha confessato. Ma Jacopo muore, provato dalle amarezze, e il vecchio Foscari – cui il Consiglio ha chiesto di abdicare – si spegne, oppresso dallo sdegno per l’elezione del nuovo doge.

Personaggi e interpreti

Sul podio il Maestro Riccardo Muti. La regia è di Cesare Lievi. Le scene e i costumi sono di Maurizio Balò, le luci di Luigi Saccomandi. Orchestra e Coro del Teatro alla Scala. Maestro del Coro Bruno Casoni. Nel cast il baritono Leo Nucci, il tenore Francisco Casanova, il soprano Dimitra Theodossiou.

Francesco Foscari: Leo Nucci;
Jacopo Foscari: Francisco Casanova;
Lucrezia Contarini: Dimitra Theodossiu;
Jacopo Loredano: Giorgio Giuseppini;
Barbarigo: Antonello Ceron;
Pisana: Tiziana Tramonti;
Fante: Gregory Bonfatti;
Servo Del Doge: Ernesto Panariello.

La regia televisiva è di Carlo Battistoni.

 

© Riproduzione Riservata