Sei qui: Home » Intrattenimento » “Sally” di Vasco Rossi, un inno alla vita “in equilibrio sopra la follia”
Sally

“Sally” di Vasco Rossi, un inno alla vita “in equilibrio sopra la follia”

In occasione dei suoi 70 anni, analizziamo insieme i versi della celebre canzone di Vasco Rossi, versi diventati simbolo di un'intera generazione.

“Siamo Al 70esimo piano ‘spericolat0’”. Compie oggi 70 anni Vasco Rossi. Il celebre rocker italiano festeggia con questo messaggio il suo compleanno su Instagram, dove ha postato un’animazione in cui è protagonista nonché cronista della sua stessa ormai lunga carriera.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Vasco Rossi (@vascorossi)

 

Tra le canzoni più amate di Vasco Rossi sicuramente c’è Sally: chi non ricorda i celebri versi “Perché la vita è un brivido che vola via, è tutto un equilibrio sopra la follia”.  Il brano, contenuto nell’album “Nessun pericolo… per te” pubblicato nel 1996, è un inno alla vita e a cercare di trarre insegnamento dalle cose brutte fatte e subite.

Disillusione della vita

I primi versi “Sally cammina per la strada senza nemmeno guardare per terra” esprimono lo stato d’animo di una donna che ha vissuto così tante esperienze negative da non guardare più nemmeno dove cammina e “non ha più voglia di fare la guerra”. Stessa disillusione espressa con “Sally è già stata punita per ogni sua distrazione o debolezza per ogni candida carezza”, a cui affetti e fugaci relazioni hanno in piccola parte posto rimedio.

“Forse era giusto così”

Il periodo dell’innocenza e dell’infanzia sono lontani per Sally come si evince nei versi “Sono lontani quei momenti quando uno sguardo provocava turbamenti quando la vita era più facile e si potevano mangiare anche le fragole”. “Ma forse, Sally, è proprio questo il senso il senso del tuo vagare. Forse davvero ci si deve sentire alla fine un po’ male” esprimono invece il fatto che il dolore per la ragazza debba diventare una motivazione per crescere ed elaborare le proprie esperienze negative. “Sally cammina per la strada leggera” esprime questo alleggerimento del peso della coscienza della ragazza. Il finale della canzone “Forse qualcosa s’è salvato. Forse davvero non è stato poi tutto sbagliato. Forse era giusto così” esprime il senso di fatalità della vita, ed il fatto che tutte le cose, positive e negative, contribuiscono a farci diventare ciò che siamo.

Sally e Vasco

Come racconta lo stesso Vasco Rossi, questa canzone è nata a seguito di un evento mondano in barca, durante il quale il celebre rocker si è imbattuto in delle donne particolarmente avvenenti durante un viaggio in barca. Col passare del tempo Vasco Rossi rivelerà che in fondo Sally è anche lui: “Pensavo a una donna di trenta, trentacinque anni, poi mi sono accorto che nel pezzo era finito tantissimo di me.” (citazione tratta dal libro Vasco Rossi. La storia dietro le canzoni, pubblicato nel 2017).

Sally, il testo della canzone di Vasco Rossi

Sally cammina per la strada senza nemmeno
Guardare per terra
Sally è una donna che non ha più voglia
Di fare la guerra
Sally ha patito troppo
Sally ha già visto che cosa
Ti può crollare addosso
Sally è già stata punita
Per ogni sua distrazione o debolezza
Per ogni candida carezza
Tanto per non sentire l’amarezza
Senti che fuori piove
Senti che bel rumore
Sally cammina per la strada, sicura
Senza pensare a niente
Ormai guarda la gente
Con aria indifferente
Sono lontani quei momenti
Quando uno sguardo provocava turbamenti
Quando la vita era più facile
E si potevano mangiare anche le fragole
Perché la vita è un brivido che vola via
È tutto un equilibrio sopra la follia
Sopra la follia
Senti che fuori piove
Senti che bel rumore
Ma forse Sally è proprio questo il senso, il senso
Del tuo vagare
Forse davvero ci si deve sentire
Alla fine un po’ male
Forse alla fine di questa triste storia
Qualcuno troverà il coraggio
Per affrontare i sensi di colpa
E cancellarli da questo viaggio
Per vivere davvero ogni momento
Con ogni suo turbamento
E come se fosse l’ultimo
Sally cammina per la strada, leggera
Ormai è sera
Si accendono le luci dei lampioni
Tutta la gente corre a casa davanti alle televisioni
Ed un pensiero le passa per la testa
Forse la vita non è stata tutta persa
Forse qualcosa s’è salvato
Forse davvero non è stato poi tutto sbagliato
Forse era giusto così
Forse, ma forse, ma sì
Cosa vuoi che ti dica io?
Senti che bel rumore

 

© Riproduzione Riservata