Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » “Sabrina”, la favola moderna con Audrey Hepburn
Il film

“Sabrina”, la favola moderna con Audrey Hepburn

“Sabrina” è un film romantico del 1955 tratto dall’opera teatrale "Sabrina Fair" e diretto da Billy Wilder

Questa sera su La 7 D, canale 29, verrà trasmesso il film “Sabrina”, una pellicola del 1955, diretta da Billy Wilder e tratta dalla commedia teatrale “Sabrina Fair” scritta da Samuel A. Taylor nel 1953. Il film, trampolino di lancio per la talentuosa Audrey Hepburn, racconta le vicende sentimentali di una giovane ragazza.

“Sabrina”

Sabrina è una bella ragazza, romantica e un po’ ingenua e figlia dell’autista della famiglia di miliardari Larrabee. Da sempre innamorata di David, il più giovane e scapestrato tra i figli del padrone che però non la degna di uno sguardo, nemmeno quando la giovane tenta il suicidio con il gas di scarico delle macchine, da cui la salverà Linus, il primogenito dei Larrabee. La giovane viene mandata a Parigi dal padre e torna due anni dopo come una persona nuova. Ora David se ne innamora mettendo da parte la ragazza che dovrebbe sposare. L’atteggiamento di David preoccupa il fratello maggiore, Linus che ne approfitta per fare una corte spietata alla ragazza, fingendosi innamorato e proponendole di andare a Parigi.

 

Una fiaba ambientata nell’alta borghesia americana

Billy Wilder, partendo da un testo teatrale di Samuel A. Taylor, propone una versione moderna e più verosimile della vecchia fiaba di Cenerentola, senza cadere nel romanticismo troppo sdolcinato. Il film, infatti, trasuda di battute e frecciatine satiriche, abilmente addolcite dal meraviglioso viso di una giovane Audrey Hepburn che vedrà, con questo film, decollare la sua carriera cinematografica. La grande capacità del regista Wilder è quella di valorizzare incredibilmente le attrici con cui lavora. In questo caso fece in modo di plasmare la sceneggiatura del film sulla personalità di Audrey Hepburn, rendendo così indimenticabile il personaggio di Sabrina. Il film, seppur romantico e leggero, è comunque in grado, firma tipica di Wilder, di sprigionare i suoi veleni ai diretti interessati.

© Riproduzione Riservata