Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » “Rocketman”, ecco perché vedere il film su Elton John
Elton John

“Rocketman”, ecco perché vedere il film su Elton John

Rocketman non è la classica biografia di un genio della musica. È la storia toccante di un uomo, un Elton John inedito. Ecco perché dovere vederlo.

Se state cercando un film da vedere per emozionarvi, cantare, motivarvi, non potete non scegliere”Rocketman”. Il film, che vede Taron Egerton nei panni di Elton John, è un bellissimo mix di abiti scintillanti, personaggi carismatici e grande talento recitativo. Segue la storia dell’icona del pop, dalla sua giovinezza fino all’età adulta, e mostra il suo interesse per la musica fin dalla tenera età. Il film è pieno di sorprese e non rimarrete delusi. 

Elton John come non l’avete mai visto

Rocketman è un film del 2019 diretto da Dexter Fletcher. La pellicola, vincitrice del premio Oscar per la miglior canzone, narra la vita di Elton John, interpretato da Taron Egerton, a partire dalla Royal Academy of Music fino ad arrivare agli anni ’80. 
Un percorso complesso ma pieno di soddisfazioni, quello che ha portato Elton John a diventare un mito del nostro tempo. Il film vi farà venire voglia di alzarvi e cantare, ma vi farà anche commuovere e riflettere moltissimo.

 

Nel suo primo weekend di apertura, solo negli Stati Uniti, “Rocketman” ha guadagnato circa 25 milioni di dollari, e ci sono diverse ragioni per cui è stato un tale successo al botteghino. “Rocketman” mostra il rapporto teso di Elton John con suo padre, la sua lotta con la dipendenza, così come la difficile decisione di dichiararsi a sua madre come gay, dopo tanti anni. Un film pieno di momenti potenti e toccanti.

Un biopic diverso

A prima vista, la produzione guidata da Dexter Fletcher potrebbe sembrare un biopic come “Bohemian Rhapsody”, ma in realtà, è più di questo. 

 “Rocketman”, narra la lotta interiore di Elton John, costretto a costruirsi una facciata felice, ma che non dura molto a lungo. Così, coloro che lo circondano, cominciano a preoccuparsi per le sue dipendenze; quando i suoi amici e la sua famiglia, però, cercano di aiutarlo, lui li allontana. Qui, viene fuori il grande malessere di Elton, volutamente rinchiuso nella sua torre d’avorio. Altra cosa importante è la lotta verso l’auto-accettazione di Elton John, compreso il suo percorso da omosessuale.

Il film è visivamente luminoso con i suoi abiti vivaci, i lustrini, le luci, i vestiti incredibilmente colorati;  ma ha anche il suo lato oscuro. I momenti in cui non tutto è brillante e sgargiante, infatti, abbondano. Il pesante uso di droghe di John e la sua dipendenza dall’alcol sono evidenti nel film, mettendo in mostra la rovina che stava rischiando il cantante. Elton John era noto per organizzare feste sontuose e per distinguersi tra la folla, ma chi ha visto il film saprà che, all’interno, Elton non era un uomo felice. 

Il marito, David Furnish, ha commentato che John ha apprezzato moltissimo il film. Questo anche perché il cast ha fatto un ottimo lavoro: i numeri musicali e la recitazione sono incredibili.  

 

Una colonna sonora incredibile

Essendo la storia di una leggenda musicale, la colonna sonora di Rocketman è davvero incredibile. Dalla ballad Tiny Dancer alla ritmata Crocodile Rock, passando per la romantica “Your Song” e alla canzone premio Oscar (I’m Gonna) Love Me Again
Sono ben 22 tracce che, attraverso numerosi flashback, ci aiutano a comprendere meglio la storia e la scalata al successo di Elton John. 

 

Ecco la lista:

1. “The Bitch Is Back” (introduction)
2. “I Want Love”  Kit ConnorGemma JonesBryce Dallas HowardSteven Mackintosh2:13
3. “Saturday Night’s Alright (For Fighting)”  EgertonConnor
4. “Thank You for All Your Loving” (John and Caleb Quaye) Egerton
5. “Border Song” Egerton
6. “Rock and Roll Madonna” (interlude) Egerton
7. “Your Song” Egerton
8. “Amoreena” Egerton
9. “Crocodile Rock” Egerton
10. “Tiny Dancer” Egerton
11. “Take Me to the Pilot” Egerton
12. “Hercules” Egerton
13. “Don’t Go Breaking My Heart” (interlude)  EgertonRachel Muldoon
14. “Honky Cat”  EgertonRichard Madden
15. “Pinball Wizard” (interlude) (Pete Townshend) Egerton
16. “Rocket Man” Egerton 4:31
17. “Bennie and the Jets (interlude)” Egerton 2:28
18. “Don’t Let the Sun Go Down on Me”  EgertonCelinde Schoenmaker
19. “Sorry Seems to Be the Hardest Word” Egerton 2:15
20. “Goodbye Yellow Brick Road”  EgertonJamie Bell
21. “I’m Still Standing” Egerton
22. “(I’m Gonna) Love Me Again”  Egerton, John

 

 

© Riproduzione Riservata