Sei qui: Home » Intrattenimento » Pretty Woman, perché rivedere uno dei film d’amore più amati di sempre
film d'amore

Pretty Woman, perché rivedere uno dei film d’amore più amati di sempre

Pretty Woman uscì nel 1990 ed oggi lo amiamo ancora tantissimo. Ecco perché rivedere questa grande pellicola sull’amore.

Stasera 4 luglio su Raiuno alle 21:25 va in onda il film Pretty Woman, pellicola del 1990 con Julia Roberts e Richard Gere protagonisti di una delle storie d’amore più belle di sempre. Il film è un vero gioiello che, ancora oggi, ci fa sognare ad occhi aperti.  Pretty Woman è forse la storia di “riscatto” più famosa di Hollywood, uno dei film più amati anche da noi italiani Ecco alcuni validi motivi per riguardarlo ancora una volta.

Perché rivedere ancora Pretty Woman

Vivian ci insegna cosa è il vero riscatto. Se, nell’immaginario collettivo, una prostituta viene vista come un oggetto privo di sentimenti, Vivian (Julia Roberts) ci insegna che non è sempre così. Anzi, ha reso il suo personaggio un esempio “emotivo”. Una donna in grado di insegnare cosa sono i sentimenti ad un uomo disilluso dalla vita.

Una donna che ci ha insegnato a sognare a quella famosa “favola”.

Il lieto fine è quasi sempre e Il risultato di un cambiamento. Edward riesce a superare quei blocchi emotivi che lo rendevano restio all’amore, l’incontro con Vivian gli fa comprendere il significato di fiducia e riesce ad essere se stesso. In questa crescita, in questa presa di coscienza del proprio io e delle proprie emozioni, riesce ad inserirsi quello che chiamiamo “lieto fine”. Un lieto fine non banale ma frutto di un percorso sofferto. Questo ci fa sognare, questo, dopo più di 30 anni dalla sua uscita, ci fa riscoprire il nostro amore per le favole.

Julia Roberts, i film più belli con protagonista l'attrice americana

Julia Roberts, i film più belli con protagonista l’attrice americana

Oggi compie gli anni Julia Roberts, un’attrice che ha segnato letteralmente un’epoca e che ci ha fatto innamorare delle sue grandissime interpretazioni.

Il sogno americano

Pretty Woman è un film pieno di sorprese da parte degli attori. Oltre scene sono frutto dell’ improvvisazione, resa possibile dall’estrema bravura di Julia Roberts e Richard Gere. La risata di lei, ad esempio, amata da chiunque di noi, riesce ad essere così coinvolgente perché Richard Gere la sorprendeva sempre, cambiava le scene, le faceva il solletico quando non era inquadrato. Insomma, è una pellicola che ha il sapore di verità perché spesso gli attori hanno saputo mettercela, la verità.

Shopping, passione, sogno americano. Pretty Woman è un cocktail di emozioni e suggestioni… E tanti anni continuiamo ad amarlo follemente!

La colonna sonora

Pretty Woman è noto anche per la colonna sonora di notevole successo, che riprende la canzone del 1964 Oh, Pretty Woman di Roy Orbison, che ha ispirato il titolo del film. Il sottofondo musicale è stato composto da James Newton Howard. Intitolata He Sleeps / Love Theme, questa composizione per pianoforte è ispirata a Racing in the Street di Bruce Springsteen.

© Riproduzione Riservata