Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » “Pomodori verdi fritti alla fermata del treno” un film sulla forza delle donne
Il film

“Pomodori verdi fritti alla fermata del treno” un film sulla forza delle donne

“Pomodori verdi fritti alla fermata del treno” è un film che racconta di amore e amicizia, forza e coraggio contro le avversità del mondo

Il film “Pomodori verdi fritti alla fermata del treno” è tratto dal romanzo di Fannie Flagg “Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop”. Il film parla del bellissimo rapporto tra Ninny e Evelyn e il racconto di una grande amicizia e di un amore sussurrato tra le giovani Idgie e Ruth che grazie alla forza e al coraggio riusciranno ad affrontare le avversità che il mondo presenta loro. Nel film, inoltre, viene sottolineata la questione razziale, molto sentita in quel periodo.

“Pomodori verdi fritti alla fermata del treno”

Evelyn è una depressa donna di mezza età che vive a Whistle Stop. Un giorno incontra, in una casa di riposo, la vivace ottantenne Ninny che le racconta la storia dell’amicizia tra la fiera Idgy e la dolce Ruth e le drammatiche peripezie che le portarono a gestire insieme il Whistle Stop Café alla fermata di un treno che non c’è più, dove si poteva gustare la specialità locale, proprio i pomodori verdi fritti. Stimolata dai racconti, Evelyn rinasce e cambia vita. La pellicola è ambientata nel Sud degli Stati Uniti in un’epoca non lontanissima, quando ancora gli afroamericani erano disprezzati, gli uomini trattavano le donne come oggetti.

 

La forza delle donne

La storia di quattro donne, legate tutte da un sentimento di amicizia o amore, che prendono decisioni coraggiose per migliorare la propria vita. Voglia di emancipazione e solidarietà femminile sono i due binari principali di questo film. Un film che si sofferma sulle discriminazioni di genere e di colore. La figura della donna negli anni Ottanta in un paesino del sud degli Stati Uniti e la forte atmosfera razzista nei confronti dei neri che venivano ancora trattati e considerati solo come servitù sono centrali in questa pellicola che fa ridere e piangere allo stesso modo. L’intenzione è quella di evadere dal falso perbenismo e dal bigottismo della società. Un’importante lezione di vita che lascia il pubblico con uno spirito diverso.

© Riproduzione Riservata