Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » “Per lanciarsi dalle stelle”, una commedia romantica per parlare dell’ansia sociale
dal libro alla tv

“Per lanciarsi dalle stelle”, una commedia romantica per parlare dell’ansia sociale

Diretto da Andrea Jublin e tratto dall’omonimo romanzo di Chiara Parenti, "Per lanciarsi dalle stelle" è una commedia romantica che affronta il tema importante dell’ansia sociale

Appena distribuito sulla piattaforma online Netflix, “Per lanciarsi dalle stelle” è una commedia romantica che, con leggerezza e umorismo, affronta il tema importante dell’ansia sociale. Diretto da Andrea Jublin e tratto dall’omonimo romanzo di Chiara Parenti (pubblicato nel 2018 per Garzanti), conta su una sceneggiatura firmata da Alice Urciuolo.

La trama di Per lanciarsi dalle stelle

Al centro della storia, c’è Sole, una giovane nata e cresciuta in un piccolo paesino della Puglia, immersa in una gabbia dorata scandita da piccoli riti che non cambiano mai e dove uscire dalla propria comfort zone significa perdere il controllo e vivere forti attacchi di ansia e panico.

Alla domanda del suo psicologo “se potessi, dove vorresti andare”, proprio come chi non sa chi è e teme scoprirlo, Sole risponde sorridendo: “Non lo so”.

In attesa di compiere 25 anni – il suo “compleanno d’oro” –, Sole tenta di fare i conti con il suo disturbo d’ansia generalizzato e con l’elaborazione del lutto per la perdita della sua migliore amica Emma.

Sarà proprio una lettera di quest’ultima a consentire un cambio di passo nella vita di Sole, che sarà esortata a stilare una lista delle piccole e grandi paure che la paralizzano per poi affrontarle una alla volta. Alcuni punti della lista: trovare un lavoro, imparare a nuotare, fare i buchi

alle orecchie, l’amore…

Per portare avanti, punto per punto, gli step della lista servirà un vero slancio di coraggio, l’unico modo per lanciarsi dalle stelle.

Cosa significa coraggio?

Dal romanzo:

«La parola “coraggio” è molto interessante: viene dalla parola latina cor, che significa “cuore”. Quindi essere coraggiosi significa “vivere con il  cuore”».

La lettera a Sole

Ecco un estratto della lettera che rivoluzionerà la vita di Sole, tratto dal romanzo di Chiara Parenti (2018):

“Non dimenticare il mantra: «Fai almeno una volta al giorno una cosa che ti spaventi!» e vedrai che più cose fai e più trovi la forza per farne altre. Sono poche le cose che abbiamo davvero ragione di temere, credimi.

Perciò, non adagiarti nel tuo angolino sicuro, prendi in mano la tua vita. Alzati e corri a prenderti ciò che desideri, lo troverai oltre la paura.
Vivi finché sei viva!”

Annamaria Nuzzo

© Riproduzione Riservata