Sei qui: Home » Intrattenimento » “Paper girls”, la nuova serie tv targata Amazon Prime
Serie tv

“Paper girls”, la nuova serie tv targata Amazon Prime

Tratta dall'omonima graphic novel, "Paper girls" è la serie tv del momento su Amazon Prime.

Disponibile dallo scorso 29 luglio sulla piattaforma di Amazon Prime Video ed ispirata all’omonima graphic novel, “Paper girls” sembra essere la serie tv del momento. Protagoniste e ambientazioni interessanti, richiami agli anni ’80 con quel sapore vintage che abbiamo già apprezzato in prodotti come “Stranger things“, insieme ad una storia misteriosa e avvincente, fanno di questa serie un’alternativa allettante per trascorrere qualche ora in totale relax. 

“Paper girls”, la graphic novel

La nuova serie tv firmata Amazon Prime si ispira a “Paper girls“, una graphic novel concepita da Brian K. Vaughan. Divisa in 6 volumi, “Paper girls” è edita da Bao Publishing. Le protagoniste sono 4 ragazze americane degli anni ’80 che, per guadagnare qualcosa, consegnano i giornali in un sobborgo di Cleveland. La storia ha inizio la notte del 10 novembre del 1988, quando le 4 ragazze inciampano nel segreto più importante dell’universo, e il loro mondo ne risulta sconvolto. 

Non vi sveliamo oltre per non fare spoiler, se non che questa serie di graphic novel viene descritta come “un incrocio tra I Goonies, Stand by me – Ricordo di un’estate e La guerra dei mondi”. 

La serie tv targata Amazon Prime

Sin dal primo giorno in cui è stata resa disponibile su Prime Video, “Paper girls” ha riscosso un enorme successo. Nulla di inaspettato, vista la fortuna che ha avuto la serie di graphic novel. 

Le 4 Paper girls hanno più di qualcosa che le rende speciali sin dall’inizio della narrazione: sono caratterizzate da background sociali, etnici e familiari molto diversi fra di loro e fanno un lavoro che da sempre si associa ai giovani di sesso maschile. Un gruppo di giovani ragazze che al primo sguardo sembra un po’ improbabile, e che invece si rivelerà omogeneo, unito, forte nelle difficoltà.

Tutto ha inizio il 10 Novembre 1988, il cosiddetto Hell Day dopo Halloween, quando poco dopo l’alba Erin (Riley Lai Nelet), KJ (Fina Strazza), Mac (Sofia Rosinsky) e Tiff (Camryn Jones) iniziano il consueto giro in bicicletta per consegnare i quotidiani nella cittadina di Stony Stream. Sembra una giornata del tutto normale, finché alcuni eventi non scombussolano l’intero gruppo di amiche. 

Le puntate, la cui durata oscilla fra i 30 e i 50 minuti, hanno un forte impatto visivo e soprattutto emotivo, e trovano una loro dimensione nell’esplorazione delle dinamiche di crescita, nella sfera del singolo e del gruppo. 

Le somiglianze con “Stranger things”

In molti hanno notato le somiglianze che accomunano “Paper girls” e “Stranger things”, a cominciare dall’ambientazione temporale che si situa negli anni ’80. Gli abiti, la musica, il set, il gruppo di giovani amiche, la spiccata presenza del soprannaturale… In “Paper girls” sono numerosi i richiami alla serie tv firmata Netflix, con la differenza che qui ci troviamo dinanzi ad una serie tutta al femminile, in cui il soprannaturale è rappresentato dalla variazione temporale in cui si troveranno immerse le ragazze. 

 

© Riproduzione Riservata